8 abitudini comuni che la tecnologia ha cancellato per sempre

  • Share


Ci sono abitudini ed abitudini. Alcune di esse sono destinate a resistere per sempre nel tempo, poiché radicate nella nostra cultura. Altre, come quelle che vi narreremo di seguito che non sono
immuni al progresso tecnologico o al cambio delle mode, sono scomparse per sempre.

Se hai un’età superiore ai 15 anni, sicuramente avrai fatto anche tu almeno una volta nella vita -probabilmente da piccolo- una delle cose che troverai di seguito. Preparati, perché adesso ti faremo piangere come un tedesco durante la semifinale di Berlino 2006 elencandoti otto abitudini comuni che, per colpa della tecnologia, sono andate e non torneranno più.

1 – Utilizzare le macchine fotografiche usa e getta.
Ebbene sì perché tu, bimbominchia nato nella generazione di Snapchat e delle foto fatte con lo smartphone, forse non sai che fino a metà anni ’90 erano di comunissimo utilizzo queste macchine fotografiche che avevano un numero limitato di scatti (solitamente tra i 25 e i 30), una volta esauriti (e senza sapere come sarebbero venute le foto, e fidati che 3 volte su 10 c’era un bel polpastrello sui lati a rovinarle) la macchina fotografica aveva finito di avere utilità, e poteva venire gettata. Pensaci, la prossima volta che ti scatti un selfie in bagno per fare vedere i muscoli che non hai.


2- Affittare film in VHS da Blockbuster –

No, caro bimbominchia, VHS non è un ceppo del virus dell’AIDS e nemmeno qualcosa di brutto, è semplicemente il gergo tecnico con cui noi tirannosauri usavamo guardare i film quando ancora non esisteva Netflix, o i DVD, o i siti di streaming. Avevamo solo i videoregistratori. Ebbene, sono scomparsi per sempre sia i Blockbuster, che era la catena tra le più famose atta ad acquistare ed affittare film di ogni genere, e sia quella malsana abitudine di dimenticarsi per giorni di restituire il VHS affittato finendo per pagare una somma di qualche centinaia di mila Lire al commesso del negozio.  

Comments

comments

Articoli correlati