Battibecco tra innamorati finisce a colpi di pesche e albicocche

Commenti Memorabili CM

Battibecco tra innamorati finisce a colpi di pesche e albicocche

| 30/06/2020
Battibecco tra innamorati finisce a colpi di pesche e albicocche

Storie d’amore di un certo calibro.

  • Nel 2018 a Bagnaia, Viterbo, accadde un episodio curioso
  • Due innamorati diedero in escandescenze nel bel mezzo della strada
  • vicino c’era un fruttivendolo
  • Al parossismo del litigio, cominciarono ad afferrare la frutta, specie pesche e albicocche
  • Se le tirarono addosso selvaggiamente
  • Polizia e Carabinieri intervennero per placare i due
  • I titoli parlarono di un litigio finito ad “albicoccate”

 

C’era una volta una coppia di innamorati che in un afoso giorno di fine giugno venne a male parole. Si sa che anche coloro che si amano possono avere degli accesi diverbi. A volte è questione di gelosia, altre volte non si sopporta più qualche difetto dell’altro. Può capitare che si giunga perfino alle mani, oltre che alle parole: nel senso che ci si cominciano a tirare dietro degli oggetti. O della frutta. Ed è subito “Mondo di Quark”.

Raccontiamo così questo spaccato di storia vera, avvenuto nel 2018 ma di stretta attualità. Potrebbe infatti essere di monito, o di insegnamento, anche per qualche coppietta contemporanea che non sa bene come sfogare la propria ira nei confronti del partner. La vicenda accade a Bagnaia, amena frazione di Viterbo. Davanti ad un fruttivendolo, un uomo e una donna cominciano a litigare. Al climax del litigio, afferrano la prima cosa che capita loro sotto mano.

albicocche

Fonte: Facebook

Per sottolineare il disprezzo reciproco, i due dimostrano una certa propensione al gioco del baseball tirandosi addosso pesche succose e albicocche. La prima cosa che si può pensare è la seguente.

E c’è chi non vede possibilità di ripresa per il rapporto tra i due.

Anche se c’è chi continua a sperare per il meglio.

Leggi anche: I motivi più ridicoli per i quali le coppie litigano durante l’isolamento da Coronavirus

Qualcuno, più prosaicamente, si dispera per tanta bella frutta sprecata.

Albicoccate in piazza

Per frenare la furia dei due sono dovuti intervenire ben due corpi armati, Polizia e Carabinieri. Le cronache non lo riportano, ma presumiamo che sia stato il fruttivendolo a chiamarli. Gli agenti, ai quali era stato parlato di una “sassaiola”, sono riusciti a placare i facinorosi. Sembra che poi ai due sia stato imposto il risarcimento della frutta impropriamente consumata. E gli ha detto pure bene.

I titoli dei giornali dell’epoca coniarono un curioso neologismo per definire l’episodio: lotta ad “albicoccate”. E c’è chi tira un sospiro di sollievo.

 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend