Appello della polizia: Non gettate droga nel bagno, gli alligatori diventano più aggressivi

Commenti Memorabili CM

Appello della polizia: Non gettate droga nel bagno, gli alligatori diventano più aggressivi

| 27/06/2020
Appello della polizia: Non gettate droga nel bagno, gli alligatori diventano più aggressivi

Gli alligatori non sono animali amabili in nessun caso: peggio ancora se sono sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

  • Gli agenti del Loretto Police Department hanno svolto un blitz antidroga
  • Hanno trovato il sospetto che cercava di scaricare le sostanze stupefacenti nel bagno
  • Oltre ad arrestarlo, hanno anche fatto un annuncio alla popolazione
  • Hanno ingiunto di non gettare droghe nello scarico dei water
  • Le droghe finiscono in acqua e possono rendere più aggressivi gli alligatori
  • Gli alligatori diventano i temibili “meth-gators”
  • E il popolo del web ha scatenato una pioggia di ilarità

 

Qualche tempo fa, su Facebook è apparso un post a seguito di una rocambolesca operazione di Polizia. Ci troviamo negli USA, nello stato del Tennesse. Qui le forze dell’ordine hanno condotto un blitz antidroga nei confronti di Andy Perry il quale, a quanto pare, era in possesso di un vero e proprio campionario di droghe di vario genere.

Tra queste droghe, l’uomo era in possesso anche di 12 grammi di metanfetamina, un derivato dell’anfetamina che ha un effetto molto potente sul sistema nervoso. Per sbarazzarsi della scottante roba Perry ha cercato di disfarsi della sua merce gettandola nello scarico del gabinetto. Qui però è stato colto con le mani nello sciacquone e il suo folle gesto è stato impedito.

Perché folle? In base a quanto scrive il Loretto Police Department, che si è occupato dell’operazione, disciogliere droghe nell’acqua dello scarico è un’azione scellerata e pericolosissima. Al punto che gli agenti si sono sentiti in dovere si diffondere un avvertimento tramite il popolare social network Facebook. La cosa strana è che la loro nota, che voleva essere serissima, è diventata involontaria fonte di ilarità e battute varie.

Non drogate i coccodrilli

Quello che scrive il dipartimento di Polizia di Loretto, Tennesse, è molto serio. Si tratta della salute della fauna selvatica dello Stato, che potrebbe essere messa a rischio dal fatto che le droghe finiscano disciolte nelle acque dei fiumi. Dalle fognature, infatti, il flusso di acque reflue finisce nel torrente Shoal e poi nel fiume Tennesse. Alla fine potrebbe giungere fino in Alabama.

Oche, papere e molti altri volatili si abbeverano a queste acque. Ma non sono questi innocui pennuti a destare la preoccupazione dei poliziotti. Nello specifico, mettono in guardia la popolazione contro gli alligatori, che sono numerosi in questa zona (e anche in Alabama). I rettili potrebbero diventare più aggressivi del solito sotto l’effetto della metanfetamina. L’idea non proprio felice è stata quella di ribattezzare gli animali con il nome di meth-gators.

Improvvisamente, quello che voleva essere un serissimo avviso alla popolazione è diventato una sorta di mega burla stile “Guerra dei Mondi”. I commenti che si sono scatenati a seguito del post sui meth-gators sono un tripudio di ironia. C’è chi auspica che venga creata una nuova mascotte universitaria: il meth-gator. Qualcuno dice che sembra il nome di una temibile squadra avversaria: che paura quando scendono in campo i METH-GATORSSSSS!

Leggi anche: Intero quartiere sotto scacco: lo scoiattolo inferocito morde tutti

La Biblioteca di Loretto, incredibilmente, ha voluto partecipare all’euforia generale con un commento al post della Polizia. Si legge: “I meth-gators non sono ammessi in biblioteca, a meno che non siano registrati al servizio”. Che dire, una volta le biblioteche sembravano dei luoghi tanto perbene. Speriamo solo che gli agenti non se la prendano a male, e non decidano di assumere degli alligatori al posto dei cani-poliziotto.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend