Paziente sbalzata fuori dall’ambulanza, i paramedici se ne accorgono dopo 26 km

Commenti Memorabili CM

Paziente sbalzata fuori dall’ambulanza, i paramedici se ne accorgono dopo 26 km

| 02/08/2020
Paziente sbalzata fuori dall’ambulanza, i paramedici se ne accorgono dopo 26 km

Alla faccia dei soccorsi.

  • In Russia è accaduto un fatto increscioso, che è finito in tribunale
  • Una donna è caduta dall’ambulanza su cui veniva trasportata dopo un malore
  • La cosa incredibile è che gli infermieri non si sono accorti di nulla
  • Hanno proseguito per 26 chilometri prima di capire che la paziente era sparita
  • La donna ha avuto gravi conseguenze fisiche, ma anche psicologiche
  • Non capisce come abbiano potuto dimenticarsi di lei

 

I fatti si sono svolti a Lipeck, città che sorge a circa 400 chilometri a sud di Mosca. La protagonista della storia si trovava presso l’ospedale locale e i dottori hanno deciso di trasferirla in un’altra struttura. Si era presentata al nosocomio con difficoltà respiratorie e affanni vari, ma i medici hanno concluso che non si trattava di un infarto e l’ospedale del distretto di Zadonsk poteva essere più adeguato.

La paziente è stata quindi sistemata con la barella nella parte posteriore del mezzo, con il personale medico davanti vicino al guidatore. La signora avrebbe chiesto un po’ di conforto agli infermieri senza ricevere grandi risposte per poi provare ad alzarsi dalla posizione che considerava scomoda. Gli spostamenti eccessivi e probabilmente qualche buca nel manto stradale ha causato l’incredibile “avanzata” della barella che ha aperto i portelloni ed è finita sulla strada.

La 56enne ha rivelato di aver visto tutto buio e di essersi resa conto di stare all’aperto dopo qualche minuto. I paramedici si sarebbero dovuti accorgere della sparizione improvvisa della paziente, ma non è andata proprio così. Il personale medico che stava conducendo l’ambulanza alla nuova destinazione ospedaliera non si sarebbe reso conto di nulla, come se la donna fosse un peso e non meritasse un minimo di attenzione.

Aiuto, ho perso la paziente

La guida a sirene spiegate è proseguita per altri 26 chilometri, un percorso lunghissimo e che suona strano a molte persone. In effetti sono necessari 30-40 minuti per coprire questa distanza. In tutto questo tempo i paramedici non si sarebbero mai voltati per controllare le condizioni della 56enne che temeva di aver avuto un attacco cardiaco. Che cosa è successo in seguito? Galina Dmitriyeva, questo il nome della sventurata signora, è rimasta per qualche tempo all’aria aperta senza sapere come comportarsi o a chi chiedere aiuto, visto che era sofferente e molto indebolita.

Gli infermieri della sua ambulanza ne hanno contattata un’altra in modo che rintracciasse la paziente in tempi rapidi, ovviamente dopo aver specificato quale strada era stata seguita per arrivare nel nuovo ospedale. Le conseguenze fisiche per la donna sono state a dir poco pesanti. Ha riportato la rottura della mandibola, di una gamba e persino del bacino. Il suo dolore più grande, però, è la mancata presa di responsabilità da parte dell’ospedale. Nessuno si è fatto avanti per scusarsi, come se l’episodio rientrasse nella normalità delle cose.

Leggi anche: Paziente cade fuori da un’ambulanza in strada: il video fa il giro del web

Per far luce sull’accaduto si è deciso di aprire un’inchiesta ufficiale in modo da appurare le responsabilità penali. Che potrebbero essere molto gravi, visto che sembra addirittura che la donna sia stata accusata di essere uscita volontariamente dal mezzo, una ricostruzione a dir poco fantasiosa. Temiamo che per la povera Galina non saranno sufficienti litri e litri di vodka per dimenticare.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend