Quando venivi invitato a guardare l’animale più pericoloso del mondo.

Commenti Memorabili CM

Quando venivi invitato a guardare l’animale più pericoloso del mondo.

| 11/08/2020
Quando venivi invitato a guardare l’animale più pericoloso del mondo.

Venghino venghino siori e siore.

  • Nel 1963 lo zoo di New York promosse una curiosa mostra
  • Prometteva di mostrare “l’animale più pericoloso del mondo”
  • Ne parlò anche la rivista “Illustrated London News”
  • Il visitatore doveva passare davanti alle gabbie dei gorilla
  • Poi arrivava all’animale più pericoloso del mondo

 

La storia che vi stiamo per raccontare può essere interpretata in due modi diversi. Si potrebbe pensare che si sia trattato solo di una curiosa trovata pubblicitaria volta ad attirare quanti più visitatori possibile. Oppure possiamo pensare che sia stato un modo per invitare le persone a riflettere in modo più approfondito su certe dinamiche universali che troppo spesso facciamo finta di ignorare.

Noi siamo più propensi ad optare per la seconda ipotesi, visto che il tutto si svolge nel 1963. Gli anni Sessanta sono stati forse l’ultimo decennio in cui l’Umanità ha cercato di trovare la giusta sostenibilità, riflettendo sul suo posto negli equilibri cosmici. Ecco allora che qualcuno pensò di inaugurare una curiosa mostra presso lo zoo del Bronx di New York. Pare che la gente sia accorsa a frotte, tanto che persino la rivista Illustrated London News ne parlò in un trafiletto pubblicato l’8 Giugno di quell’anno.

L’animale più pericoloso del mondo

La gente veniva attirata dalla promessa di poter ammirare “l’animale più pericoloso del mondo”. Cosa ti aspetteresti tu di vedere? Magari un King Kong trattenuto da robuste catene: in effetti l’animale in questione era in gabbia tra l’orango del Borneo e il gorilla. Oppure un leone con le zanne insanguinate, o un altro temibile e sanguinario predatore. Invece, la gente, arrivata al dunque, restava a bocca aperta.

Tra le gabbie dell’orango del Borneo e del gorilla non c’era altro che… uno specchio. Anche lo specchio era messo dietro una gabbia, così che chi si guardava si vedeva dietro le sbarre. Dopo il primo attimo di sbigottimento nel vedere la propria immagine riflessa, ognuno non poteva fare altro che esclamare in tono soffocato “È vero!”.

Leggi anche: Orango tende la mano ad un uomo in acqua per aiutarlo: il memorabile scatto

La didascalia posta sotto lo specchio diceva: “Stai guardando in questo momento l’animale più pericoloso del mondo. Lui solo, tra tutti gli animali, può sterminare un’intera specie. E lo ha fatto. Adesso ha il potere di cancellare tutta la vita dall’intera faccia della Terra.”

Crediamo non serva aggiungere altro.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend