Ansia e QI: le persone intelligenti si preoccupano di più

Commenti Memorabili CM

Ansia e QI: le persone intelligenti si preoccupano di più

| 15/01/2020
Ansia e QI: le persone intelligenti si preoccupano di più

La preoccupazione ha i suoi lati positivi: un recente studio ha rivelato che gli alti punteggi di QI sono stati associati ad alti livelli di ansia.

Se siete abbastanza apprensivi, non temete, la vostra ansia potrebbe rivelarsi come il “sintomo” di un’intelligenza elevata. Un nuovo studio suggerisce che tale ansia può essersi evoluta nelle persone insieme all’intelligenza: la ricerca ha coinvolto persone che soffrivano di disturbi d’ansia generalizzata.

I risultati hanno mostrato che che le persone con sintomi più gravi avevano un QI più alto rispetto a quelle con sintomi più lievi, così come più alti livelli di attività nelle regioni del cervello che aiutano nella comunicazione tra le parti del sistema cerebrale. “Si pensa che queste regioni abbiano contribuito al successo evolutivo degli esseri umani”, hanno commentato i ricercatori.

“Anche se tendiamo a considerare l’ansia come qualcosa di negativo per noi, questa è collegata all’intelligenza ed è una caratteristica altamente adattabile”, ha osservato il dottor Jeremy Coplan, ricercatore di studi e professore di psichiatria alla State University of New York Downstate Medical Center.

Ansia e QI: le persone intelligenti si preoccupano di più

Fonte: Pixabay

“Gli alti livelli di ansia possono essere disabilitanti, e le preoccupazioni dei pazienti sono spesso irrazionali. In seguito, quell’eccessiva preoccupazione diventa altamente adattabile. Le persone che agiscono in base ai segnali di questo pericolo sono in grado di preservare la loro vita e quella dei loro figli”, ha detto il dottor Coplan.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend