Artista inglese realizza un muro di vagine: ecco la reazione delle donne

Il muro di vagine di McCartney
  • Share

Jamie McCartney ha inaugurato tempo fa “The great wall”, un muro di vagine realizzato grazie al “contributo” di 400 donne

Forse non sarà visibile dallo spazio, ma sempre di una Grande Muraglia si tratta. Quella cinese viene considerata talmente grande da poter essere osservata in orbita (una esagerazione come si è poi scoperto), quella dell’artista Jamie McCartney ha una protagonista indiscussa. Lo scultore inglese ha deciso di realizzare un vero e proprio muro di vagine grazie al calco in gesso di 400 genitali femminili.

Il 42enne londinese è un grande appassionato della tecnica del “calco dal vero” e ha coinvolto moltissime volontarie per la sua opera più ambiziosa. “The Great Wall of Vagina” è infatti il suo lavoro più conosciuto ed è stato mostrato per la prima volta al pubblico nel 2008, per la precisione a Berlino. Cosa ci vuole trasmettere con tutte queste parti intime? Si potrebbe pensare a una provocazione o all’ostentazione voluta della zona più privata del corpo di una donna. McCartney ha rilasciato molte interviste e ha spiegato quale era il suo obiettivo.

Il muro di vagine in mostra

La spiegazione dell’opera è molto particolare.

Comments

comments

Articoli correlati