Assembramento in macelleria per la partita: in una stanza in 13

Commenti Memorabili CM

Assembramento in macelleria per la partita: in una stanza in 13

| 08/04/2021
Assembramento in macelleria per la partita: in una stanza in 13

Galeotta fu Albania-Inghilterra

  • A Reggio Emilia si è verificato un bizzarro assembramento
  • Il via vai in una macelleria ha causato sospetti
  • Alcuni vicini hanno quindi allertato le autorità
  • Tredici persone avevano “pensato bene” di guardare la partita di calcio Albania-Inghilterra nel negozio
  • Le forze dell’ordine hanno provveduto a multare i presenti

 

Alcuni giorni fa le forze dell’ordine sono intervenute per un assembramento in macelleria, in un negozio di Reggio Emilia. A violare le normative della zona rossa non erano però affamati clienti, ma un gruppo di persone di origini albanesi che si era dato appuntamento all’interno del punto vendita.

Il motivo è presto spiegato: avevano pensato di guardare la partita di calcio Albania-Inghilterra, valida per le qualificazioni al mondiale del Qatar 2022. L’assembramento in macelleria non è però sfuggito ai vicini che hanno chiamato sia la polizia sia i vigili urbani.

Sconfitti e multati

Gli agenti hanno rilevato la presenza di tredici persone, tutte identificate e poi multate per il mancato rispetto delle normative per il contrasto alla pandemia da COVID-19. Come se non bastasse la multa a rovinare la giornata dei presenti, non è andata molto bene neanche la partita, che per la cronaca è terminata con la vittoria della nazionale inglese (0-2).

La doppia batosta non è però servita da lezione perché  pochissimi giorni dopo l’episodio dell’assembramento in macelleria si è ripetuto anche se per motivi diversi. Non siamo certi si tratti dello stesso locale del primo episodio; fatto sta che un paio di giorni dopo le multe agli spettatori della partita, la polizia locale di Reggio Emilia ha sorpreso un gruppo di persone in un negozio dello stesso tipo e situato nella stessa via.

Leggi anche: In 90 a cena dopo le 18:00: ristorante multato al grido di libertà

Altro assembramento in macelleria + altra partita = altra multa

Anche in questo caso nessuna necessità urgente di fare la spesa, anche perché il negozio in questione è chiuso al pubblico per lavori di ristrutturazione. Gli agenti della polizia municipale questa volta hanno trovato il titolare e quattro amici che avevano deciso di trascorrere un pomeriggio insieme tra alcol e giochi (a carte, pare). Per essere sicuri di non venire scoperti avevano coperto le vetrine del negozio con alcuni teli e disposto un tavolino per poter giocare più comodamente.

Dopo aver osservato diverse persone entrare nel negozio e non uscirne, gli agenti in borghese hanno chiesto di parlare con il titolare del negozio, che dopo aver tentato inutilmente di giustificare la presenza delle altre persone, ha dovuto rassegnarsi alla nuova multa. L’assembramento in macelleria potrebbe però costargli caro; non è infatti escluso che possa ricevere ulteriori sanzioni per aver utilizzato il proprio negozio come luogo di ritrovo.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend