Atleta corre solo all’indietro: è più divertente

Commenti Memorabili CM

Atleta corre solo all’indietro: è più divertente

| 09/07/2019
Atleta corre solo all’indietro: è più divertente

La corsa all’indietro, in realtà, non è una scoperta recente né un’invenzione della stravagante Shantelle. Si tratta di una disciplina sportiva nota per secoli e praticata diffusamente in Giappone. Solo in tempi più recenti è arrivata in Europa, facendo decine di centinaia di proseliti. Non è solo il fatto che correre all’indietro offre quel pizzico di adrenalina in più ad un’attività che altrimenti – diciamocelo pure -è un pochino noiosa. Sembra che i vantaggi per la salute e il corpo siano numerosi.

Innanzitutto correre in questo modo particolare corregge la postura. Noi spesso prendiamo posture scorrette perché lavoriamo per ore seduti al computer; correndo all’indietro invece si assume una posa impeccabile che aiuta la salute di spina dorsale e collo. Il running backward fa bruciare più calorie che la corsa tradizionale: se il tuo scopo è dimagrire, meglio una mezz’ora di corsetta all’indietro che di corsa in avanti.

Correre all’indietro aiuta uno sviluppo armonico dei muscoli, ed è un tipo di attività che si può praticare anche quando si è infortunati, a differenza di molti altri sport. Da ultimo, serve per combattere noia e routine che spesso assalgono chi fa ginnastica ma non trova molti stimoli in quello che fa. Quindi il running retro serve pure a migliorare l’umore, il che non guasta mai di questi tempi.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend