Bestemmiare serve a migliorare gli esercizi in palestra: lo rivela una ricerca scientifica

Commenti Memorabili CM

Bestemmiare serve a migliorare gli esercizi in palestra: lo rivela una ricerca scientifica

| 05/11/2019
Bestemmiare serve a migliorare gli esercizi in palestra: lo rivela una ricerca scientifica

Le imprecazioni volgari sono considerate fondamentali per le attività in palestra, stando almeno a quello che ha accertato uno studio

Ci vuole un fisico bestiale, come cantava Luca Carboni nel 1992: da oggi si può dire anche che ci vuole un fisico best…emmia! Alcuni ricercatori della Keele University (non lontano dalle città inglesi di Birmingham e Nottingham) hanno pubblicato uno studio davvero curioso, secondo cui le imprecazioni pesanti aiuterebbero a svolgere meglio gli esercizi in palestra e non solo. Come è possibile?

Finora le bestemmie sono state associate a una migliore sopportazione del dolore e, con buona pace di chi non riesce a fare a meno della religione, sono fondamentali per una forma fisica perfetta. Gli esperimenti sono stati condotti in questi mesi dal dottor Richard Stephen, il quale ha coinvolto una serie di volontari pronti a dimostrare che non era solo una coincidenza bizzarra.

Nel primo test le persone che hanno partecipato alla ricerca scientifica hanno scelto la bestemmia o l’imprecazione che preferiscono pronunciare nelle occasioni più disparate. Le parolacce sono state quindi ripetute durante un semplice esercizio, il sollevamento di una sbarra di metallo non troppo pesante. Lo studio è proseguito con attività molto più intense e faticose.

Nel dettaglio Stephen ha puntato tutto su una cyclette e si è accorto che la gente tendeva a imprecare maggiormente quando lo sforzo in palestra era più forte. La conclusione degli scienziati inglesi è quindi inevitabile: le parole oscene sono utilissime per migliorare la performance muscolare e soprattutto il rafforzamento del corpo. Le scoperte non sono finite qui.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend