“Bistecca” vegana? Sarà il Parlamento europeo a decidere

Commenti Memorabili CM

“Bistecca” vegana? Sarà il Parlamento europeo a decidere

| 20/10/2020
“Bistecca” vegana? Sarà il Parlamento europeo a decidere

L’ora del veGdetto

  • Il Parlamento europeo è chiamato ad esprimersi su una questione spinosa
  • È giusto o no chiamare “hamburger” un prodotto vegano?
  • C’è chi è stufo delle parole “surrogato” e chi difende pastorizia e affini
  • La polemica è accesa: speriamo non ci sia uno scontro “al sangue”
  • Intanto nel mondo l’alimentazione vegana è sempre più diffusa e l’Italia non fa eccezione

 

Il momento che molti attendevano con ansia sta per arrivare. A breve, infatti, il Parlamento europeo si esprimerà sull’annosa questione che coinvolge vegani e non: è giusto utilizzare i termini “bistecca”, “salsiccia”, “scaloppina”, “burger” e “hamburger” per altri alimenti che non contengono carne?

Un dibattito ben cotto
In tanti si indignano da tempo a causa dell’utilizzo improprio di parole comunemente legate all’universo “carnivoro” per cibi vegani. Ma cosa stabilirà il Parlamento? Ora che il mercato dei prodotti alternativi è più che avviato (con introiti globali stimati per 4,6 miliardi di dollari) occorre fare un po’ di chiarezza. Dal canto loro, molti dei fedeli all’alimentazione vegana rifiutano questi termini un po’ abusati, considerandoli dei surrogati.

Gli animi si scaldano

Insomma, già da tempo c’è aria di polemica anche da parte del settore zootecnico, che non accetta di buon grado l’idea di creare confusione tra il lavoro in allevamento e la produzione di “bistecche” a base di tofu e altri ingredienti ben lontani dalla carne.

“Il settore zootecnico europeo non sta cercando di combattere questo sviluppo, chiediamo semplicemente che il lavoro di milioni di agricoltori europei e lavoratori del settore dell’allevamento siano riconosciuti e rispettati”, ha commentato Jean Pierre Fleury, presidente del team di lavoro “Carni bovine” del Copa e della Cogeca, il gruppo di interesse più forte per gli agricoltori. Chi vincerà? Non ci resta che preparare i pop-corn (snack che non dovrebbe offendere nessuno) in attesa dell’attesa decisione.

Leggi anche: Anche i vegani vanno a caccia: ecco le foto con le loro “prede”

Qualche curiosità per restare in tema? La città più veg del mondo è la tedesca Berlino, mentre in Italia spiccano, nell’ordine, Bologna, Piacenza e Firenze (con buona pace della classica bistecca alla fiorentina).

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend