Ecco perché indossare bottiglie di plastica come cappello potrebbe proteggerti dal Coronavirus

Commenti Memorabili CM

Ecco perché indossare bottiglie di plastica come cappello potrebbe proteggerti dal Coronavirus

| 18/02/2020
Ecco perché indossare bottiglie di plastica come cappello potrebbe proteggerti dal Coronavirus

Tra i tanti accorgimenti che puoi adottare contro il Coronavirus, ce n’è anche uno un po’ curioso.

  • L’epidemia di Coronavirus (o covid-19) dalla Cina si è sparsa anche in altri Paesi
  • i Ministeri della Sanità di tutto il mondo stanno rendendo note le buone pratiche per evitare il diffondersi della malattia
  • in Canada qualcuno ha preso dei provvedimenti stravaganti

 

Da quando l’epidemia di Coronavirus ha cominciato a diffondersi prima in Cina, e poi nel resto del mondo, sono numerosi i consigli che i medici danno alla popolazione. Trattandosi di una malattia altamente infettiva, che si trasmette da persona a persona con facilità, ci sono dei sistemi che possono contenerne la diffusione. Sono stati illustrati anche all’interno dei telegiornali italiani.

Ad esempio, si raccomanda di lavarsi spesso le mani. Se si sente il bisogno di starnutire, bisogna farlo nell’incavo del gomito (non avendo a disposizione un fazzoletto). Meglio evitare invece di starnutire nel palmo della mano. Si capisce come indossare una mascherina sul naso e sulla bocca sia il modo migliore per proteggersi dall’eventuale virus presente nell’aria. E fin qui, niente di strano.

Sembra però che i viaggiatori, costretti a trovarsi in luoghi affollati come gli aeroporti, abbiano cominciato ad escogitare anche qualche altro rimedio casalingo. Da una testata giornalistica all’altra, e da un social network all’altro, rimbalzano notizie curiose e foto ancora più incredibili. Ad esempio, sta facendo molto sorridere un’istantanea scattata in Canada, all’aeroporto di Vancouver.

Acqua in bocca

Nello scatto si vede una ragazza, che porta i capelli raccolti in una coda di cavallo, che sta facendo la fila ai controlli di sicurezza. In testa ha un buffo cappellino. Guardando meglio, si capisce che non è altro che uno di quei fusti di acqua usati nei distributori pubblici. Il contenitore in plastica è stato ritagliato con cura per permetterle di respirare, e perfino di far passare i capelli legati all’esterno.

Leggi anche: Come realizzare una mascherina protettiva: il tutorial degli scienziati cinesi

E non è nemmeno l’unico caso del genere. Pare siano avvistati anche una mamma con bimbo piccolo conciati in maniera simile. Per non parlare di quei viaggiatori che salgono sull’aereo indossando un bel casco da motociclista. Pare però che questi dispositivi fai-da-te non servano ad un bel niente: ma chissà che non servano a lanciare una nuova moda, o a inaugurare un sistema innovativo per il riciclo delle bottiglie di plastica.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend