La compagna di classe le ruba i bozzetti: pianifica una vendetta perfetta

Commenti Memorabili CM

La compagna di classe le ruba i bozzetti: pianifica una vendetta perfetta

| 03/06/2020
La compagna di classe le ruba i bozzetti: pianifica una vendetta perfetta

Una studentessa di design della moda ha escogitato una vendetta epica dopo essere stata derubata di alcuni dei suoi bozzetti da una compagna di classe…

  • Grace, una studentessa di fashion design, aveva deciso di aiutare la sua amica Jane per un esame
  • Tuttavia Jane si dimostrò piuttosto svogliata e poco riconoscente
  • Inoltre, il giorno dell’esame presentò dei bozzetti di Grace spacciandoli per suoi
  • La studentessa si lamentò con il professore che decise di aiutarla ad escogitare la vendetta perfetta
  • L’insegnante annunciò un nuovo esame con una commissione esterna e Grace aiutò di nuovo Jane, sostituendo i suoi veri disegni con dei bozzetti di modelli appartenenti a grandi marchi della moda
  • Jane rubò di nuovo i disegni e li presentò come suoi all’esame, guadagnandosi una figuraccia e una ramanzina

 

Un utente di Reddit ha condiviso la geniale vendetta messa in atto da una sua amica studentessa, la quale era stata derubata dei suoi bozzetti da presentare ad un esame. Durante il suo corso di fashion design, la ragazza, di nome Grace, era diventata la migliore amica di un’altra studentessa, Jane. Grace mostrò alla sua amica i bozzetti e i disegni che aveva fatto per borse e borsette nell’ambito dei loro studi, realizzati in modo incredibilmente dettagliato e che le fecero ottenere un punteggio elevato al primo esame.

Jane non ottenne un buon risultato, così si rivolse a Grace per avere indicazioni su come migliorare i suoi disegni. Anche se all’inizio Jane cercò di aiutarla, trovò che la sua amica era pigra, si lamentava costantemente e non mostrava mai apprezzamento per l’aiuto che riceveva.

Il furto dei bozzetti

Grace provò a dare ripetizioni a Jane per circa una settimana, ma quando dovettero preparare la loro prossima presentazione dei bozzetti, rimase scioccata nel vedere che Jane aveva rubato alcuni dei suoi disegni. Per fortuna, riuscì a usare altri schizzi quando arrivò il suo turno, ma in seguito si lamentò con il professore. L’insegnante spiegò che Jane era la figlia di un presidente del consiglio di amministrazione della scuola e che lui stesso era stato costretto a darle i voti migliori.

Non potendo punire Jane, il professore aiutò Grace a escogitare un piano per umiliare e smascherare la ragazza. Per gli esami finali, l’insegnante consigliò alla classe di portare i loro bozzetti migliori, perché le presentazioni finali si sarebbero svolte davanti a un gruppo di professionisti del settore della moda, e anche il direttore del dipartimento e il presidente avrebbero assistito all’esame. Così Grace ricominciò a studiare con Jane quando le chiese aiuto.

La vendetta perfetta

Invece di portare con sé il suo libro di bozzetti, prese un altro quaderno di disegni che aveva usato come fonte di ispirazione. Il quaderno era pieno di modelli famosi dei principali marchi di abbigliamento. Quando arrivò il giorno delle presentazioni, Grace andò per prima e ricevette molti elogi per i suoi disegni, su cui aveva lavorato instancabilmente in segreto. Jane fu l’ultima ad andarsene e provò a mostrare di nuovo i lavori rubati a Grace. Questa volta però, a sua insaputa, mostrò tre famosi disegni di aziende leader.

Leggi anche: Distrugge la Ferrari del suo ex datore di lavoro col camion per vendetta

Gli esperti chiesero più volte a Jane se i bozzetti presentati fossero una sua creazione la ragazza rispose di sì. “Se avesse lavorato per una qualsiasi marca, probabilmente l’avrebbero licenziata o, peggio ancora, l’avrebbero citata in giudizio. Pensava davvero che avrebbe funzionato? Noi giudici siamo nel settore da oltre 10 anni. Sappiamo riconoscere un emulatore quando lo vediamo, disse un membro della giuria.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend