Buchi neri: un viaggio dallo spazio allo stomaco.

  • Share

La lingua italiana è quella cosa bellissima che può alterare il significato delle parole semplicemente rimuovendo alcune lettere. Oggi abbiamo trasformato un normale reparto di un supermercato in una svendita di prodotti galattici, e i commenti non sono tardati ad arrivare.

Un giorno qualunque, in un supermercato qualunque, una lettera ha deciso di eclissarsi e di non farsi più vedere. Gli effetti della sua mancanza si sono sentiti parecchio, ed hanno trasformato un semplice reparto di gastronomia in una vendita di prodotti interstellari. Se lo avesse saputo prima, probabilmente Neil Armstrong non sarebbe partito verso la Luna, ma si sarebbe accomodato ad ordinare un bel tagliere misto di salumi e formaggi. Perché non esiste buco nero più grande di quello nello stomaco di un uomo davvero affamato.

L’insolito scenario ha fatto da sfondo alle più violente e sanguinarie guerre combattute con forchette laser e stuzzicadenti, mettendo in gioco giovani e anziani per accaparrarsi l’ultima fetta di mortadella e provola rimasta su un traballante piattino di plastica bianco. Grazie alle nuove connessioni stellari create, sembrerebbe che Paolo Fox sia finalmente uscito allo scoperto con la seguente rivelazione: “Secondo voi è solo un caso che l’oroscopo sia formato nella sua quasi totalità di animali intervallati da una bilancia per pesarne i grammi?” Noi siamo ancora sotto shock, abbiamo abbandonato la coda e ceduto il posto in fila ad un Acquario, l’unico che probabilmente è riuscito a salvarsi.

Dopo un prologo più contorto ed ignorante di un ratto che si reca dall’estetista per fare una sauna, ci siamo accorti che un’asteroide pieno di commenti è entrato nell’atmosfera terrestre pronto a disperdere il suo contenuto su tutto il pianeta. Abbiamo raccolto i detriti e li abbiamo riassemblati per fornirvi dei commenti che dovrebbero avere un senso, anche se non ne siamo sicuri. Eccoveli serviti con una crema a protezione cinquanta:

 

GUARDA ANCHE: L’amore incondizionato degli anziani verso i cantieri.

Comments

comments

Articoli correlati