Bufali si ubriacano e si trasformano in spie

Commenti Memorabili CM

Bufali si ubriacano e si trasformano in spie

| 18/07/2021
Fonte: Pexels.com

Non è una bufala

  • Quando i bufali si ubriacano fanno grossi danni, ma non per la loro mole
  • Spie involontarie: la soffiata dei bufali alla polizia
  • Nell’indiana fattoria alcol illegale nella stia e un po’ ovunque
  • L’equivalente di due mesi di stipendio in alcol
  • Un open bar bovino con un conto salatissimo

 

Cosa succede quando i bufali si ubriacano? Vista la stazza degli animali in questione, immaginiamo che nessuno voglia scoprire di persona cosa accadrebbe se ci si imbattesse in una mandria di bufali ubriachi. Pur non volendolo però i bufali di cui stiamo per parlarvi sono riusciti a fare molto più danno di quanto ci si sarebbe potuto immaginare.

Gli animali di cui vi stiamo raccontando si sono trasformati in delatori involontari, facendo arrestare dalla polizia i responsabili della fattoria nella quale vivono. Ma andiamo con ordine.

La carica delle 101 (bottiglie)

Alcune settimane fa in una fattoria indiana, i tre fratelli proprietari della struttura sono stati arrestati dalla polizia per possesso illegale di alcol. Nascosti in vari punti della fattoria, inclusa una cisterna di acqua, sono state ritrovate infatti 101 bottiglie di alcol, prodotte in casa illegalmente.

Si trattava di un assortimento di vodka, whisky e altri liquori per un valore di circa 400 euro. Forse non moltissimo per i nostri standard, ma è una cifra che equivale a più o meno due mesi di lavoro per un operaio indiano. Ma cosa c’entrano in tutto questo i bufali che si ubriacano? C’entrano, eccome. Uno dei tre fratelli aveva notato che i bufali presentavano strani sintomi ed allarmato, aveva deciso di chiamare il veterinario perché andasse a visitarli.

Leggi anche:Tupaia dalla coda a piuma: l’animale che consuma più alcol di tutti, insieme all’uomo

Quando i bufali si ubriacano hanno postumi bestiali

Il veterinario aveva notato che i bufali sbavano notevolmente, ma soprattutto che dalla cisterna dell’acqua da dove si abbeveravano proveniva uno strano odore. A quel punto il medico ha rapidamente capito cosa fosse successo: non si trattava di una malattia, ma semplicemente di un rarissimo caso di bufali che si ubriacano. L’alcol era infatti finito nell’abbeveratoio dopo che le bottiglie nascoste nella cisterna dell’acqua si erano rotte.

Pensando si trattasse di una sorta di avvelenamento il veterinario ha chiamato la polizia locale, probabilmente non rendendosi conto che così facendo stava denunciando i proprietari della fattoria. Nonostante i bufali non si ubriachino, il medico dei bovini è stato in grado di stabilire che gli animali si sarebbero ripresi in fretta dalla sbronza colossale. È andata meno bene ai tre produttori di bufale e alcol, che ora dovranno fare i conti non solo con la parcella del veterinario e dell’open bar, ma anche con la giustizia.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend