India: candidati politici utilizzano cani randagi come “manifesti elettorali”

Commenti Memorabili CM

India: candidati politici utilizzano cani randagi come “manifesti elettorali”

| 16/04/2021
India: candidati politici utilizzano cani randagi come “manifesti elettorali”
Fonte: pixabay 

Candidati alle elezioni attaccano manifesti elettorali sui cani randagi, in modo che i loro messaggi raggiungano l’intera popolazione

  • Candidati politici hanno utilizzato i cani randagi per le elezioni
  • Hanno attaccato sui cani “manifesti elettorali” per diffondere i loro messaggi
  • Una soluzione per arrivare a quante più persone possibile
  • Le foto hanno scatenato le reazioni degli animalisti
  • Non esiste una legge che vieta tali pratiche

 

Le elezioni nello stato indiano dell’Uttar Pradesh stanno letteralmente andando “in pasto ai cani”, dato che diversi candidati, hanno iniziato ad utilizzare i cani randagi come cartelloni pubblicitari per assicurarsi che i loro messaggi elettorali raggiungano il maggior numero di persone possibile. Almeno due candidati, uno a Rae Bareli e un altro nel distretto di Ballia,  hanno attaccato i loro manifesti elettorali sui cani randagi dei loro paesi, lasciandoli liberi di spostarsi di quartiere in quartiere in modo da far arrivare i loro messaggi alla popolazione.

Le foto di questi “cartelloni pubblicitari” viventi che camminano e abbaiano sono diventate virali sui social media, scatenando le reazioni degli attivisti per la protezione degli animali e ispirando ogni sorta di meme. Ma nonostante il feedback negativo sulla tattica pubblicitaria, uno dei candidati che ha ammesso di usare i cani per diffondere il suo messaggio, ha affermato di “non avere rimpianti”.

Manifesti elettorali sui cani randagi: è polemica tra gli animalisti

“Non c’è nessuna regola nel codice di buona condotta che ci impedisce di usare cani randagi all’interno della campagna politica. Non stiamo danneggiando l’animale in alcun modo”, ha dichiarato il candidato, che ha preferito rimanere anonimo. “Infatti, diamo da mangiare ai cani ogni giorno. È un’idea nuova e gli elettori sono attratti da tali novità rivoluzionarie”. Gli animalisti e gli amanti dei cani non sono sembrati essere molto d’accordo con il politico. Molti di loro credono che usare i cani come cartelloni pubblicitari dovrebbe diventare un reato legalmente perseguibile .

Leggi anche: “Le elezioni di contea dell’Idaho sono state decise dal lancio di una monetina”

“Come si sentirebbe un uomo se degli adesivi simili gli venissero attaccati sulla faccia durante le elezioni?”, ha affermato l’animalista Reena Mishra. “Anche se un cane non è in grado di protestare, questo non significa che abbiamo il diritto di trattare gli animali in questo modo. La polizia dovrebbe immediatamente prendere dei seri provvedimenti contro i candidati che ricorrono a questo modo di fare propaganda elettorale”.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend