Ritrovati i resti della cantina più antica del mondo: risalgono a 2600 anni fa

Commenti Memorabili CM

Ritrovati i resti della cantina più antica del mondo: risalgono a 2600 anni fa

| 20/09/2020
Ritrovati i resti della cantina più antica del mondo: risalgono a 2600 anni fa

La cantina più antica del mondo si trova in Libano

  • A Tell el-Burak, in Libano, degli scavi hanno riportato alla luce la cantina più antica del mondo, con tanto di torchio quasi completamente intatto
  • A quando risale? Secondo gli archeologi lo strumento è stato usato a partire dal VII secolo a.C.
  • Stando alle ricostruzioni, gli agricoltori dopo aver colto l’uva dai terreni nelle vicinanze la portavano alla cantina
  • Lì, si procedeva con la pigiatura dell’uva a piedi nudi in un vascone di gesso molto capiente
  • Il vino dei fenici era molto famoso e decisamente gradito, tanto che gli antichi egizi ne parlavano nei loro testi

 

Grazie agli scavi condotti a Tell el-Burak, in Libano, si è fatto un ritrovamento che sorprenderà gli amanti del vino, e non solo. Quale? La cantina più antica del mondo, con un torchio quasi interamente conservato, nonostante siano passati appena 2600 anni. A riportare l’incredibile scoperta, lo studio sulla  rivista specializzata Antiquity.

La campagna di scavi condotta dagli archeologi ha anche riportato alla luce numerosi semi. Secondo la ricostruzione degli studiosi, l’uva proveniva dai vigneti vicini. Al momento della vendemmia, gli agricoltori la coglievano e la trasportavano alla cantina. Lì, veniva schiacciata a piedi nudi all’interno di un’enorme vasca di gesso, dalla capienza di 1200 litri.

Un vino d’annata

Chi ama sorseggiare il succo d’uva deve senza dubbio ringraziare i fenici. Infatti, nonostante non abbia inventato il vino, questa popolazione ha avuto un ruolo chiave nella diffusione del processo di vinificazione in tutto il Mediterraneo.

Leggi anche: La bottiglia di vino più vecchia del mondo è del IV secolo dopo Cristo, e c’è ancora vino dentro

Come ha spiegato Hélène Sader, archeologa dell’Università Americana di Beirut: “Il vino era un importante oggetto commerciale fenicio. In particolare, il vino fenicio della regione di Sidone era molto famoso e menzionato nei testi dell’antico Egitto“. Non possiamo che innalzare i calici in loro omaggio: cin cin!

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend