Studio rivela cosa accade nel cervello delle nonne quando vedono i loro nipoti

Commenti Memorabili CM

Studio rivela cosa accade nel cervello delle nonne quando vedono i loro nipoti

| 25/11/2021
Fonte: Pexels

Uno studio ha rivelato cosa accade nel cervello delle nonne quando vedono i loro nipoti

  • Tra nonne e nipoti intercorre un rapporto speciale
  • Uno studio ha spiegato a cos’è dovuto questo affetto particolare verso i più piccoli
  • La visione delle immagini dei nipoti attiva le aree del cervello associate all’empatia emotiva
  • Le immagini del figlio adulto attivano l’area del cervello associata all’empatia cognitiva
  • Le nonne riescono a sentire ciò che provano i nipoti quando interagiscono con loro

 

Si sa, tra nonni e nipoti intercorre un rapporto speciale, a volte difficile da comprendere anche per i genitori degli stessi bambini. Gli anziani hanno un’empatia particolare per i “piccoli di casa”, che li spinge a “viziarli” ed accontentarli in tutte le loro richieste. Ma cosa lega così tanto i membri più saggi con i più giovani della famiglia? Una ricerca americana ha svelato cosa accade nel cervello delle nonne quando vedono i loro nipoti.

Gli scienziati della Emory University di Atlanta hanno, infatti, scansionato il cervello di 50 nonne mentre guardavano le foto dei loro nipoti, per comprendere meglio le basi scientifiche di questo legame. Le signore, con almeno un nipote biologico tra i tre ed i dodici anni, hanno compilato dei questionari per misurare il loro grado di attaccamento al bambino. Hanno fornito dei dettagli su quanto tempo trascorrono con i ragazzi, sulle attività che fanno insieme e su quanto affetto provano per loro. Infine, sono state sottoposte a una risonanza magnetica funzionale (fMRI).

La visione delle immagini dei nipoti attiva le aree del cervello associate all’empatia emotiva

Dallo studio è emerso che per la gran parte delle nonne, la visione delle immagini dei nipoti attivava maggiormente le aree del loro cervello associate all’empatia emotiva e alla motivazione. Guardando le immagini del figlio adulto, invece, si attivava maggiormente l’area del cervello associata all’empatia cognitiva. Ciò indica che le nonne riescono a capire ciò che il figlio sta pensando e perché, ma non quel che sta provando a livello emotivo.

Leggi anche: “Nonna aiutava il nipote e l’amico a spacciare droga: arrestati”

“I risultati suggeriscono che le nonne riescono a sentire ciò che provano i nipoti quando interagiscono con loro. Se il loro nipote sorride, provano la gioia che prova il bambino. Se il loro nipote sta piangendo, sentono il dolore e l’angoscia che sta provando il bambino”, ha spiegato James Rilling, autore principale e professore presso il Dipartimento di Antropologia di Emory e il Dipartimento di Psichiatria e Scienze Comportamentali.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend