Lo dice la scienza: l’essere umano ha acquisito intelligenza ed astuzia dopo l’estinzione di grandi animali

Commenti Memorabili CM

Lo dice la scienza: l’essere umano ha acquisito intelligenza ed astuzia dopo l’estinzione di grandi animali

| 23/03/2021
Lo dice la scienza: l’essere umano ha acquisito intelligenza ed astuzia dopo l’estinzione di grandi animali

Secondo uno studio, il cervello umano si è evoluto grazie all’estinzione di animali di grandi dimensioni

  • La ricerca ad opera dell’Università di Tel Aviv stabilisce che il cervello umano si è evoluto in conseguenza dell’estinzione di grandi animali
  • Tra questi figurano, ad esempio, i mammut
  • In generale, tutti animali dal peso di 500 chilogrammi
  • L’estinzione di questi esemplari ha portato l’essere umano ad affinare la sua astuzia per nutrirsi
  • Grazie all’estinzione di animali di grandi dimensioni, l’essere umano ha potuto “ingrandire” il suo cervello

 

Da tempo immemore l’essere umano è il soggetto più astuto che esista sulla Terra. Il raffinamento della sua intelligenza ha visto implicato un lungo processo psicologico ed una grande mole di tempo. Ma come ha fatto l’uomo a diventare un individuo dotato di conoscenza e capacità che oggigiorno sono determinanti per la sua sopravvivenza? Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Quaternary Jorunal e redatto dal dottor Miki Ben-Dor e il professore Ran Barkai del Dipartimento di Archeologia Jacob M. Alkow dell’Università di Tel Aviv, il cervello umano si è ingrandito grazie all’estinzione di grandi animali.

Cervello umano e l’estinzione di animali di grandi dimensioni: qual è la correlazione?

Gli esperti sostengono che l’uomo, fin dal principio, per sopravvivere si è dato alla caccia di animali di notevoli dimensioni. Grazie a questi ultimi, infatti, traeva sostentamento nutritivo e possibilità di “vestirsi” ornandosi con le loro pelli.

Essendo quindi la sua principale fonte di nutrimento, l’essere umano ha decretato la loro estinzione. Per continuare a sopravvivere, si è dato alla cattura di altri animali più piccoli ed, allo stesso tempo, nettamente più veloci.

Per riuscire ad afferrarli, quindi, ha dovuto mettere in atto il suo ingegno, raffinando le doti intellettive. Questo processo evolutivo ha portato ad un aumento del volume del sistema nervoso dell’essere umano, portando ad un conseguente sviluppo delle sue capacità psichiche, mnemoniche e linguistiche.

Correliamo l’aumento del volume del cervello umano con la necessità di diventare cacciatori più intelligenti”, ha spiegato il dottor Ben-Dor. Per poi continuare con alcuni esempi atti a comprendere l’effettivo sviluppo: “La necessità di cacciare dozzine di gazzelle invece di un elefante ha generato una pressione evolutiva prolungata sulle funzioni cerebrali degli esseri umani, che ora stavano consumando molta più energia sia nei processi di movimento che di pensiero“.

Dalla crescita del cervello umano fino alla “stabilizzazione” dovuta alla rivoluzione agricola

Secondo gli studiosi, oltre all’aumento esponenziale della capacità cognitiva del cervello umano dopo l’estinzione di animali di grandi dimensioni, c’è stato anche un momento in cui quest’ultima è diminuita notevolmente.

Durante la rivoluzione agricola, infatti, quando l’uomo si è trasferito in insediamenti in grado di conferirgli maggiori e soprattutto vantaggiose possibilità di sopravvivenza, è come se avesse “allentato” la presa circa lo sviluppo della sua intelligenza, facendo diminuire il volume del cervello a 1300-1400 cm3.

Leggi anche: I 5 tipi di carne di animale più strani di sempre

Una dimensione, quest’ultima, molto vicina a quella registrata oggigiorno: 1260 cm3 negli uomini e 1130 cm3 nelle donne.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend