Il mestiere dello chef è complicato e stressante, lo rivela uno studio scientifico

Commenti Memorabili CM

Il mestiere dello chef è complicato e stressante, lo rivela uno studio scientifico

| 23/03/2020
Il mestiere dello chef è complicato e stressante, lo rivela uno studio scientifico

Gli chef e lo stress in cucina

  • Gli chef sono ovunque, soprattutto in televisione: nonostante le apparenze, la scienza ha ora svelato quanto sia complessa questa professione
  • Lo studio è stato condotto su diversi cuochi italiani, cercando di capire quali sono le ore settimanali giuste
  • A tutti i partecipanti sono stati consegnati dei questionari con delle domande specifiche sulle loro condizioni

Fuoco o cuoco? Il mestiere dello chef non è affatto semplice e la conferma è arrivata grazie a uno studio promosso dalla FIC (Federazione Italiana Cuochi) e svolto dai ricercatori del CNR di Cosenza. In pratica è venuto fuori come questo mestiere sia uno dei più esposti e pericolosi dal punto di vista della salute e dello stress. Si tratta della prima indagine del genere che mette sullo stesso piano fatica, lavoro e salute della categoria, nello specifico i cuochi italiani.

In parole povere, gli esperti hanno valutato nel dettaglio le condizioni lavorative di 710 chef, i quali sono stati suddivisi in base ad età e sesso. La grande maggioranza di questi professionisti era rappresentata da uomini (88% per la precisione), con un’età media superiore ai 44 anni e con circa 66 ore di lavoro ogni settimana.

Chef e stress

Fonte: Stuff

La percentuale di stress

A loro sono stati sottoposti dei questionari con domande ben precise volte a valutare lo stress professionale. Il modello scientifico ha preso in considerazione persino la massa corporea e l’incrocio dei dati non ha lasciato spazio ad alcun dubbio. Fare lo chef non è semplice e lo stress è sempre in agguato. Quasi la metà degli chef presi in esame da questo studio (47%) ha avuto due o più problemi di salute nel corso della loro vita lavorativa.

I livelli di stress, poi, sono presenti in queste complicate giornate tra i fornelli (leggi anche Il mestiere più bello del mondo: il consulente di pizza) in una percentuale che va da poco meno del 14% e circa il 25%. Una analisi scientifica di questo genere era stata già condotta per chirurghi, poliziotti e militari, altre categorie stressate a cui ora si aggiunge quella dei cuochi. La conclusione è presto detta: gli artisti che deliziano il palato tendono a stare peggio e innervosirsi ogni volta che si superano le 60 ore settimanali di lavoro.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend