Chiama “befana” la moglie, ma ha un’ordinanza restrittiva: 6000 € di multa

Commenti Memorabili CM

Chiama “befana” la moglie, ma ha un’ordinanza restrittiva: 6000 € di multa

| 07/08/2020
Chiama “befana” la moglie, ma ha un’ordinanza restrittiva: 6000 € di multa

La chiama “befana”, ma non poteva avvicinarsi

  • Un uomo di 42 anni ha chiamato sua moglie “befana”
  • L’uomo era soggetto ad un’ordinanza restrittiva nei confronti della donna
  • Lo scorso 7 giugno si recò nel bar gestito proprio dalla moglie
  • Una volta all’interno del locale, si rivolse al figlio attribuendole l’appellativo di “befana” e condendo la conversazione con altri insulti
  • Pochi giorni dopo i carabinieri notificarono all’uomo un avviso di garanzia per il reato di violazione della misura restrittiva
  • L’uomo ha poi ricevuto una condanna ed una multa di 6.750 euro

 

Un uomo di 42 anni, nei pressi di Nocera Inferiore, ha ricevuto una multa molto salata per aver commesso un reato verso la moglie. Era soggetto ad un’ordinanza restrittiva, che lo obbligava a stare a distanza dai luoghi quotidianamente frequentati dalla donna,  risalente allo scorso febbraio.  Il 42enne, infatti, aveva già in corso un procedimento penale per dei comportamenti vessatori nei confronti della compagna. Lo scorso 7 giugno, prima della multa, l’uomo, contro la buona morale che spinge chiunque a rispettare le regole, si è recato nel bar gestito proprio dalla moglie. Una volta dentro, si è rivolto al figlio iniziando ad intrattenere una conversazione, attribuendo l’appellativo di “befana” alla donna e continuando la conversazione continuando ad insultarla “velatamente”.

La multa

Nei giorni successivi al fatto, mente il 42enne di Bracigliano pensava di averla fatta franca, i carabinieri gli hanno notificato un altro avviso di garanzia per il reato di violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla dimora familiare.

Leggi anche: Napoli, evade dai domiciliari per un caffè: arrestato

Inoltre, sono stati ricostruiti gli eventi ed i movimenti, compreso l’insulto, tramite un informativa che ha portato ad un decreto penale di condanna  nei confronti dell’uomo ad una multa di 6.750 euro. Confidiamo nel fatto che la prossima volta ci penserà due volte ad uscire di casa e violare l’ordinanza restrittivaammesso che non sia portato in carcere prima.

 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend