Alla scoperta della città in Alaska che rimane al buio per 65 giorni

Commenti Memorabili CM

Alla scoperta della città in Alaska che rimane al buio per 65 giorni

| 27/11/2018
Alla scoperta della città in Alaska che rimane al buio per 65 giorni

Utqiagvik è la città dell’Alaska che da novembre a gennaio deve fare i conti con la notte polare: si usa soltanto l’illuminazione artificiale

Più di mezzo secolo fa Salvatore Adamo cantava come impazzisse di notte per colpa di una donna, un brano tornato popolare grazie al film di Carlo Verdone “Sono pazzo di Iris Blond”. C’è una città che si trova in Alaska in cui questa canzone potrebbe diventare una sorta di tormentone. Si tratta di Utqiagvik, un nome impronunciabile che potrebbe essere sostituito da un altro più appropriato: “Città al buio”.

Non è una località qualsiasi, visto che è quella posizionata più a Nord di tutti gli Stati Uniti. La collocazione geografica influenza il clima e le giornate degli abitanti (circa 4mila secondo gli ultimi censimenti). In questo luogo, infatti, bisogna affrontare ogni anno 65 giorni senza luce solare. Il buio dura dallo scorso 18 novembre e terminerà il prossimo anno, nello specifico il 23 gennaio 2019. Come si riesce a sopportare tutto questo? Non si rischia di impazzire come urlava disperato Adamo nel 1965?

Alaska polare

Nel prossimo paragrafo potrete scoprire cosa avviene nella città americana.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend