La cocaina del mare: cos’è il totoaba e perché è così prezioso?

Commenti Memorabili CM

La cocaina del mare: cos’è il totoaba e perché è così prezioso?

| 12/01/2021
La cocaina del mare: cos’è il totoaba e perché è così prezioso?

Non sembra talco e non lo è

  • Il totoaba è conosciuto come “la cocaina del mare”
  • Si trova nei mari del Messico, o meglio, si trovava
  • Era rimedio della medicina tradizionale cinese contro le emorragie
  • I cartelli messicani hanno fiutato l’affare
  • Inevitabili le conseguenze per l’ambiente e la guerra per la tutela del mare

 

Lo chiamano la cocaina del mare, ma non ha nulla a che vedere con il più noto stupefacente. A dire il vero qualcosa di stupefacente lo possiede ed è la causa del suo soprannome. Protagonista di questa storia di traffici illeciti e battaglie è il Totoaba macdonaldi, totoaba o totuava per gli amici.

Si tratta di un pesce marino, che abita soprattutto in Messico, nel Golfo di California. Il suddetto è stato pescato in quantità incredibili, al punto da essere ormai considerato raro; è stato incluso nelle liste delle specie a rischio estinzione. Ma perché c’è così tanto interesse per la cocaina del mare?

Medicina made in Cina

Il pesce viene pescato non per essere mangiato, ma soprattutto per essere esportato in Cina, dove la sua vescica essiccata viene utilizzata come ingrediente dalla medicina tradizionale. Si ritiene infatti che il totoaba abbia proprietà utili per contrastare le emorragie. La sua rarità e la continua richiesta hanno fatto sì che la costosissima cocaina del mare diventasse oggetto di pesca illegale.

Un interesse così alto verso questo pesce non poteva non attirare l’attenzione di gruppi criminali legati ai cartelli messicani della cocaina, questa volta quella vera. Non è però nemmeno questo il motivo del soprannome del pinnuto. La causa è nel suo valore ed i narcos hanno fiutato l’affare, perché la cocaina del mare renderebbe più di quella vera.

Leggi anche: Dolcetto o scherzetto: i bambini ricevono cocaina invece delle caramelle

La guerra ai narcos della cocaina del mare

L’illegalità di questo traffico e le conseguenze per l’ambiente hanno di fatto scatenato una vera e propria guerra ai narcos del mare, contro i quali si battono le autorità del Messico e associazioni ambientaliste. Oltre a mettere in pericolo questa specie, la pesca illegale alla cocaina del mare sta minacciando anche altri animali marini, come la vaquita, un’altra specie in pericolo proprio perché spesso finisce suo malgrado nelle reti destinate ai totoaba. Chi vincerà la battaglia?

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend