Con un coltello conficcato nella schiena esce a fumare in mutande a -10°C

Commenti Memorabili CM

Con un coltello conficcato nella schiena esce a fumare in mutande a -10°C

| 27/02/2019
Con un coltello conficcato nella schiena esce a fumare in mutande a -10°C

Un uomo quasi nudo, con un coltello conficcato nella schiena, è uscito dal pronto soccorso di un ospedale “per fumare una sigaretta”: fuori c’erano -10°C.

Un’infermiera di un ospedale di Kazan, in Russia, è riuscita a registrare il bizzarro momento in cui un paziente, che indossava solo biancheria intima, ha cercato di lasciare la struttura nonostante avesse un coltello piantato nella schiena. Il paziente, identificato solo come Vladimir, 34 anni, è stato persuaso dai funzionari a tornare al proprio letto.

L’infermiera ha filmato l’inverosimile impresa dell’uomo che si aggirava per l’ospedale con il coltello che sporgeva tra le sue spalle mentre il personale scioccato cercava di ragionare con lui. L’uomo è stato ferito in una “colluttazione tra ubriachi”, ma non si conoscono i dettagli esatti. Il coltello era conficcato così in profondità che era visibile solo il manico.

Coltello nella schiena

Il personale addetto all’ambulanza accorso sul posto è riuscito a mettere una medicazione intorno alla ferita senza rischiare di estrarre il coltello. Giunto al pronto soccorso, il personale ospedaliero ha provveduto a togliergli i vestiti, quando Vladimir ha detto loro che aveva “qualcosa da fare” e ha cominciato a fare la sua passeggiata. “Vladimir, sei pazzo?” ha chiesto l’infermiera che girava il filmato, mentre l’uomo si dirigeva seminudo fuori dall’ospedale, dove i termometri registravano -10 gradi.

Coltello nella schiena esce a fumare

Nella clip, disponibile a seguire, si vede l’uomo che cammina attraverso l’ospedale, chinandosi dal dolore, e a un certo punto stringendo una ringhiera per avere sostegno. Si sente l’infermiera che gli chiede: “Fino a che punto sei arrivato? È inverno fuori. Torna indietro”. Vladimir si gira e le dice che sta andando “a fumare”. Poi un medico avverte Vladimir: “Giovanotto, così morirai. Andiamo, facciamo un’iniezione e torniamo indietro”.

Il paziente è stato convinto a rientrare e ben presto si è sottoposto ad un intervento chirurgico per rimuovere il coltello, il cui manico era l’unica parte visibile. Vladimir è ancora in ospedale, ma le sue condizioni sono stabili ed è prevista una piena guarigione.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend