Incastrata in una macchinina giocattolo, la liberano con il coltello del pane

Commenti Memorabili CM

Incastrata in una macchinina giocattolo, la liberano con il coltello del pane

| 02/11/2020
Incastrata in una macchinina giocattolo, la liberano con il coltello del pane

Occhio alle riunioni familiari.

  • Zoe voleva divertirsi un po’
  • Così si è infilata nella macchinina giocattolo di uno dei suoi cuginetti
  • Però è rimasta incastrata
  • Un altro cugino ha ripreso tutta la scena
  • Alla fine, il padre di Zoe l’ha liberata con un coltello per il pane

 

Un tranquillo venerdì sera Zoe Archibald era a casa dei suoi parenti. Tutti insieme, grandi e piccini, si stavano rilassando probabilmente dopo un lauto pasto. In giro per la stanza c’erano un bel po’ di giocattoli dei cuginetti più piccoli. Si ha un bel dire che si cresce e si matura: ogni essere umano adulto, quando vede un giocattolo per bambini, regredisce un po’ all’infanzia.

A Zoe viene una simpatica idea, di cui si sarebbe pentita di lì a poco. In un angolo della stanza adocchia una Little Tikes, un giocattolo molto comune nel Regno Unito. Si tratta di una simpatica macchinina munita di due grandi occhi, la cui carrozzeria ha dei bei colori vivaci. Infatti la macchina è in robusta (e sottolineiamo robusta) plastica gialla e rossa, a prova di urti. Il modello di cui parliamo era di proprietà del cuginetto di un anno di Zoe.

La malsana idea

La ragazza, evidentemente fiduciosa nelle forme del suo corpo e forse reduce da una dieta dimagrante, lancia una sfida. “Scommettiamo che riesco ad infilarmi dentro la macchinina?”. Mentre tutti le dicono che è impossibile, che la Little Tikes è troppo piccola per lei, la donna si accinge a dare una sonora lezione a tutti. Zoe cerca di salire sul potente mezzo e a tutta prima fallisce.

Non demorde: dopo aver cercato di sedersi, pensa che l’opzione migliore sia cercare di infilarsi la macchinina sulla testa. Successo! Trionfante, Zoe mostra a tutti che aveva ragione. Grandioso, ma… ma adesso deve anche uscirne fuori. Così cerca di sgusciare fuori dalla macchinina, scoprendo però una tragica realtà.

Il giocattolo si è completamente incastrato sul suo corpo, cingendola al giro vita in modo implacabile. Suo cugino Matthew si diverte da matti al punto da riprendere l’intera scena con il telefonino. A questo punto la situazione è tragicomica. Zoe non riesce ad andare né avanti né indietro, e non sa se deve piangere o se deve ridere. Ecco infine che arriva il deus ex machina: il papà.

Kevin, il padre di Zoe, decide di prendere tutto nelle sue mani, visto che nessuno pare propenso ad andare in soccorso della sua figlioletta. Si accinge così a liberare Zoe armato… di un lungo coltello da pane! Con il coltello a seghetto gli ci è voluta un’ora per aprire la macchinetta e consentire alla figlia di uscirne fuori.

Leggi anche: Diciottenne gioca a nascondino e rimane incastrata nella lavatrice

Bilancio finale della rimpatriata familiare: una Little Tikes distrutta, un bambino in lacrime perché privato del suo giocattolo preferito, una donna vergognosa e imbarazzata e un coltello da pane ormai da buttare. Ma soprattutto, Matthew ha in mano una storia succulenta documentata con abbondanza di immagini.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend