Compra un busto romano di 2000 anni fa per 33 euro

Commenti Memorabili CM

Compra un busto romano di 2000 anni fa per 33 euro

| 28/05/2022
Fonte: Facebook

La scoperta inaspettata di Laura Young

  • Laura Young ha acquistato un busto di marmo per 33 euro
  • Non sapeva però che era antichissimo
  • La sua origine risale infatti a 2.000 anni fa
  • I soldati americani l’hanno rubato dalla Germania
  • Con tutta probabilità raffigura il generale romano Pompeo

 

Laura Young, di Austin, ha acquistato un bel busto di marmo per 33 euro nel 2018. Quello che né lei né il negozio dell’usato sapevano è che il busto era in realtà una scultura romana di 2.000 anni fa. La donna ha realizzato la cosa solo dopo che aveva già portato il busto a casa a seguito di alcune ricerche. Non solo, si è scoperto che i soldati americani avevano saccheggiato la scultura da un museo tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma dato che la Young è lei stessa un’antiquaria, non ha voluto tenere per sé qualcosa di rubato.

E così, dopo un processo lungo e sorprendentemente arduo, ora il busto è stato almeno nominalmente restituito alla proprietà tedesca. La donna ha ricordato il giorno in cui l’ha visto per la prima volta: “Il busto era chiaramente di marmo pieno ed era leggermente consumato dall’età. Si vedeva che era antico e il prezzo era giusto per lo stato di conservazione”. Sembrava dunque un ottimo affare. Così l’ha comprato, ha legato il busto sul sedile posteriore della sua auto e ha guidato fino a casa.

La storia dietro al busto

Tuttavia ha poi voluto sapere esattamente quanto fosse antico e da dove venisse. Così, come spesso fa con i suoi acquisti antichi, ha deciso di fare un po’ di lavoro investigativo. Ha acceso Google e ha iniziato la sua ricerca. Alla fine la Young ha finito per contattare una casa d’aste di Londra che è stata in grado di dirle l’età del busto. Certo, sapeva che era antico, ma non avrebbe mai potuto immaginare quanto. Secondo la casa d’aste, il busto raffigurava un uomo romano di nome Drusus Germanicus. Uno scultore sconosciuto ha scolpito il busto nel primo secolo dopo Cristo, il che lo rende vecchio di 2000 anni.

Inoltre, un’altra casa d’aste ha scovato documenti degli anni ’20 e ’30. Hanno mostrato che all’epoca il busto del signor Germanicus risiedeva nella collezione di un museo tedesco chiamato Pompejanum nella città di Aschaffenburg. Poi nel 1945, poco prima della fine della Seconda Guerra Mondiale, Aschaffenburg divenne un campo di battaglia tra le truppe statunitensi e quelle naziste. Durante i combattimenti, il museo di Pompejanum fu colpito da bombe che ne demolirono gran parte. Il busto riuscì a salvarsi, probabilmente proprio perché trafugato da un soldato americano.

Leggi anche: Salva un disegno dal cassonetto e scopre che ha un valore immenso: è di Quentin Blake

In realtà si trattava di un busto del generale Pompeo

Con questo mistero risolto, Young si è trovata di fronte ad un altro dilemma: restituire il busto alla Germania. Ha dunque assunto un avvocato specializzato in arte internazionale e ha iniziato a parlare con i tedeschi. Tuttavia la restituzione non è potuta avvenire semplicemente impacchettandolo e spedendolo in Germania. All’inizio del 2022 la Young e i tedeschi hanno raggiunto un accordo riservato e per il momento il prossimo anno sarà esposto al San Antonio Museum of Art. Questo in quanto il busto non raffigurava il signor Germanicus, ma probabilmente il generale Pompeo.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend