Cover Memorabili – parte 2

  • Share

logoparte2Continua con poca sobrietà la nostra raccolta delle cover memorabili che, nel corso del tempo, hanno segnato una tendenza artistica stupenda dalla memorabilità più pura. Qualsiasi cosa significhi quello che abbiamo appena scritto. 

Nel corso del precedente articolo, come ci tenevamo a fare da tempo, abbiamo deciso di farvi da Caronte in questo viaggio a base di cover di canzoni, sigle di cartoni animati e jingle pubblicitari che, in ciò che non sappiamo in che altro modo definire se non “maestoso”, gli utenti sono stati di volta in volta in grado di rivisitare creando piccoli grandi capolavori artistici dei nostri tempi. Siccome diamo per scontato che voi abbiate letto la nostra precedente fatica (anche perché sennò le lamate partono veloci e dirette) cerchiamo di non indugiare oltre e presentarvi la seconda parte della lista che abbiamo sapientemente preparato per voi:

1) Nessuno viene risparmiato da cover memorabili, nemmeno Adolfo da Catanzaro. Alcuni mesi fa abbiamo deciso di sottoporre in pagina la fotografia che lo ritrae, come potete notare, negli abiti che furono originariamente di Will Smith in “Willy il principe di Bel Air”. Non che avessimo dubbi, ma anche in quell occasione fu partorito questo capolavoro.

Canzone originale: sigla di “Willy il principe di Bel Air” (versione italiana)

42)
So saprete: Gianni Morandi è, per ovvie ragioni, considerato come una testimonianza vivente di memorabilità pura. A testimonianza della sua grandezza, sappiate che anche le “Cover Memorabili” sono state influenzate dalla sua magnificenza, portando addirittura gli utenti a rivisitare una delle sigle più amate di sempre, quella di Dragonball, a sua immagine e somiglianza.

Canzone originale: sigla di “Dragonball Z” (versione Mediaset)

11

3) Come già fatto anche nel precedente articolo, siamo orgogliosi di presentare anche qui un tributo al Capa, in particolare questo fu prodotto in seguito alla messa in pagina della cover, sempre inerente al rapper di Molfetta, inserita nella parte 1 dell’articolo.

Canzone originale: “Sono un eroe (storia di Luigi Delle Bicocche)” – Caparezza
7

4) Dopo avervi già abbondantemente parlato di quanto, a nostro avviso, gli anziani rappresentino senza dubbio alcuno fonte pura ed inesauribile di memorabilità, abbiamo a testimonianza del nostro credo anche quella che è, di fatto, una delle “Cover Memorabili” che hanno ricevuto in assoluto più successo e menzione. Il binomio anziani-cantieri è uno dei luoghi comuni più veritieri che ci siano, e questa immagine oltre a dimostrarlo seppe dare vita al capolavoro che vedete qui sotto:

Canzone originale: Fuori dal tunnel” – Caparezza6

5) Per augurarvi un buon ferragosto, nell estate del 2015, decidemmo di postare in pagina questa poeticamente blasfema immagine che trovammo per caso in quella landa sterminata e virtuale che è l internet. Non l avremmo mai detto, ma da essa nacque questo stupendo tributo a De Andrè. E anche alle grigliate.

Canzone Originale: “Il Pescatore” – Fabrizio De Andrè

3
6)
Altra cover di “Willy il principe di Bel Air”, diverso soggetto. In questo caso fu Carlo Conti a farne le spese, ma la memorabilità della cover rimane comunque a livelli più alti dell’abbronzatura del conduttore toscano.

Canzone originale: sigla di “Willy il principe di Bel Air” (versione italiana)

18)
Se permettete, ci vorremmo congedare chiudendo questa lista memorabile di “Cover Memorabili” dando il nostro contributo in linea con i contenuti trattati. Quindi, per spiegare che quella che vi sottoponiamo come ultima foto ritrae Gianluca Grignani quando salì sul palco del concerto di capodanno a Bari, in condizioni vicine al coma etilico da alcolici marci artigianali, facciamo così:

Un fiasco ha senso solo
se dentro c è del barolo
e mandi giù 80 shottini
…destinazione prosecchino
prosecchino città

Canzone Originale: “Destinazione Paradiso” – Gianluca Grignani

2
TEMO DI NON AVER CAPITO, SEI QUI SENZA ESSERTI SPARATO LA PARTE UNO COME L EBREZZA DI TERRORE DI QUANDO LANCI LA PANDA 30 IN AUTOSTRADA? REDIMITI CLICCANDO QUI: PARTE 1

Bonus: 
12

 

Comments

comments

Articoli correlati