Covid: anche le scimmie ricevono il vaccino

Commenti Memorabili CM

Covid: anche le scimmie ricevono il vaccino

| 10/03/2021
Covid: anche le scimmie ricevono il vaccino
Fonte: pixabay 

Le grandi scimmie dello zoo di San Diego hanno ricevuto le prime dosi di vaccino contro il Covid

  • I gorilla dello zoo di San Diego hanno ricevuto il vaccino contro il Covid
  • Si tratta di dosi sperimentali progettate da Zoetis
  • Sono stati rilevati i primi segni di guarigione dopo il vaccino
  • Il primo orangotango che ha subito un intervento al cuore
  • Ecco i casi di Coronavirus registrati negli animali

 

Le grandi scimmie dello zoo di San Diego hanno ricevuto le prime dosi di vaccino sperimentale anti Covid-19. Si tratta di una formula appositamente progettata per gli animali in seguito allo scoppio di un’epidemia di Covid 19 tra i gorilla dello stesso zoo. Quattro oranghi e cinque bonobo hanno ricevuto due dosi ciascuno di un jab creato da Zoetis, una ditta farmaceutica veterinaria. A gennaio otto gorilla dello zoo sono diventate le prime grandi scimmie al mondo a risultare positive al Covid-19. Solo adesso stanno iniziando a mostrare i primi segni di guarigione.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Gli scienziati sono particolarmente preoccupati per i gorilla, che sono tra le specie in pericolo di estinzione elencate nella lista rossa IUCN. “Nella mia carriera, non ho mai avuto accesso a un vaccino sperimentale in così breve tempo e non ho mai avuto il desiderio così forte di volerlo utilizzare”, ha dichiarato al National Geographic Nadine Lamberski, responsabile della conservazione dei vaccini presso la San Diego Zoo Wildlife Alliance.

Casi di Coronavirus negli animali

Karen, il primo orangotango al mondo che ha subito un intervento chirurgico a cuore aperto nel 1994, è stata tra le scimmie a ricevere la prima dose di vaccino anti Covid. Lamberski ha affermato che le scimmie non hanno riportato reazioni negative in seguito alla somministrazione delle dosi. Presto saranno analizzati gli anticorpi degli animali per determinare se le dosi hanno funzionato. Casi di Coronavirus sono stati registrati anche in animali di altri zoo, inclusi leoni e tigri nello zoo del Bronx a New York e leoni allo zoo di Barcellona in Spagna.

Leggi anche:“Vaccino covid, bambino stacca la spina del frigorifero che lo conteneva: perse 133 dosi”

Le infezioni da Covid-19 si sono palesate in vari animali in tutto il mondo, da cani e gatti a furetti e visoni. Tuttavia, i casi sono in linea di massima piuttosto rari. Zoetis ha iniziato a lavorare allo sviluppo del vaccino contro il Covid-19 per cani e gatti nel febbraio dello scorso anno dopo che un cane è risultato positivo al virus a Hong Kong. Ad ottobre 2020 il vaccino si è confermato sicuro ed efficace nei cani e nei gatti. Fino a febbraio di quest’anno, il jab non era stato ancora testato su altri animali.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend