Urban Dictionary conia un nuovo termine: COVidiot, Commenti Memorabili rilancia con #Covidioti

L’Urban Dictionary ha coniato un nuovo termine a dir poco azzeccato per questo periodo: “Covidiot”, Commenti Memorabili lo rilancia con #Covidioti.

 

L’Urban Dictionary ha coniato il termine perfetto per tutti coloro che proprio non riescono a rendersi conto dell’attuale stato di emergenza che il mondo sta vivendo: Covidiot. La traduzione è semplice, il termine è un insieme delle parole COVID19, l’ormai noto Coronavirus, e la parola “idiot”, idiota. Perché si sa, la stupidità e più che contagiosa. Per questo, Commenti Memorabili ha deciso di rilanciare il termine in italiano – così, giusto per essere più chiari – con l’hashtag #Covidioti.

Fonte: Pixabay

Chi sono i Covidioti?

Ogni persona con un po’ di sale in zucca ha già inquadrato questa categoria di individui. I Covidioti sono tutti coloro che – credendosi “furbi” – cercano di eludere le severe restrizioni dettate dal Governo per arginare la pandemia che sta decimando i nostri nonni (e non solo). Nel dettaglio, #Covidioti a tutti coloro che continuano a organizzare assembramenti ingiustificati come barbecue e picnic. Niente scuse. Tutti vogliono un po’ di sole e spensieratezza, ma vince il senso civico. C’è gente che abita in monolocali senza balconi e non esce da oltre 14 giorni perché consapevole dei rischi che potrebbe correre se si esponesse senza protezioni e a meno di un metro di distanza con un soggetto infetto. In alternativa, potrebbero essere loro stessi dei soggetti asintomatici e provocare il contagio ad un anziano sprovvisto di mascherina o a un immunodepresso.

Leggi anche: Italia, nazione memorabile: la reazione degli utenti in questi giorni difficili

#Covidioti a tutti coloro che – consapevoli di tutto ciò – si approfittano dell’irreperibilità di mascherine e gel igienizzanti e organizzano dei vergognosi atti di sciacallaggio, vendendo questi preziosi beni a 10 volte il loro prezzo. #Covidioti a coloro che fanno lo stesso con i beni di prima necessità, aumentando il prezzo di un kg di farina fino a 20 euro. Cari memorabili, sappiamo che non siete tra i Covidioti, ma vi autorizziamo a diffondere il termine nel caso ne incontraste uno.

Share