Crede che il suo ex sia morto, ma anni dopo lo ritrova che lavora in un ristorante

Commenti Memorabili CM

Crede che il suo ex sia morto, ma anni dopo lo ritrova che lavora in un ristorante

| 08/11/2019
Crede che il suo ex sia morto, ma anni dopo lo ritrova che lavora in un ristorante

Per la serie “scuse memorabili”, ecco la storia di Rachel e Alistair.

A tutti noi può essere capitato nella vita di avere la necessità di darci alla macchia. Ad esempio, quando da piccoli la zia che ci dava sempre i pizzicotti sulla guancia veniva a casa e ci cercava in ogni angolo. Oppure più tardi – quando eravamo un po’ più grandicelli – ci nascondevamo dietro la mano alzata del compagno di banco per non farci vedere dalla prof pronta ad interrogarci.

Per non parlare delle scuse pietose che abbiamo inventato nel corso della nostra misera esistenza. A volte abbiamo escogitato bugie talmente lacrimevoli che ancora adesso ci chiediamo come hanno fatto a crederci. Ma – di certo – nessuno di noi l’ha fatta grossa come il nostro amico Alistair. Basti sapere che questo è un nome di pura finzione, in quanto quello vero resta celato per ragioni legali.

Il buon Alistair è diventato noto ai più grazie al racconto della sua ex fidanzata. Anche lei lascia un nome fittizio, Rachel. I due ragazzi vivono nella terra dei canguri, in Australia, e hanno condiviso una passionale storia d’amore. La quale però – come vedremo – non si è conclusa nel migliore dei modi. In compenso, offre lo spunto agli sceneggiatori a corto di idee per un film commedia davvero spassoso.

ristorante

Fonte: Freepik

Tutto ha inizio qualche anno fa, quando Rachel non ha che 18 anni. La ragazza frequenta in modo assiduo il pub della sua città e stringe amicizia con il cuoco: Alistair. L’amicizia, poco alla volta, diventa qualcosa di più, finché i due non si fidanzano. Rachel dice di non aver notato nulla di strano nel suo ragazzo. Gli sembrava proprio una persona normale. Così sembrava.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend