Ragazza riesce a risolvere un crimine grazie a Tinder

Commenti Memorabili CM

Ragazza riesce a risolvere un crimine grazie a Tinder

| 08/01/2021
Ragazza riesce a risolvere un crimine grazie a Tinder

Tinder, il terrore del crimine

  • Una giovane ha usato Tinder per cercare un appuntamento con un ragazzo
  • Emily, questo il suo nome, ha incontrato Drew
  • Lui le ha confessato di aver portato via la spesa di un altro
  • In seguito Emily ha chattato con un altro ragazzo
  • Ha capito che era la vittima del crimine commesso
  • Gli ha quindi permesso di recuperare il maltolto

 

Emily Cochran voleva soltanto rimediare qualche appuntamento usando Tinder. Invece l’app le ha permesso di risolvere un crimine. Grazie a Tinder si può incontrare proprio chiunque e non sono escluse né brillanti conversazioni né incontri allucinanti. Questa ragazza si è messa a chattare con un giovane che le era stato suggerito sullo smartphone.

Inizialmente non ha trovato nulla di strano in questa persona: le ha detto di chiamarsi Drew e le ha confessato che quella era la giornata più bella della sua vita. Emily ha trovato grande soddisfazione nel proprio orgoglio femminile e si è convinta che quelle parole fossero dovute all’incontro virtuale. La realtà era però un’altra e il possibile fidanzato ha raccontato un po’ troppi dettagli su quello che gli era appena successo.

Il crimine corre su Tinder

Drew ha spiegato alla ragazza di essere al settimo cielo dopo aver trovato “casualmente” un’intera confezione di acqua frizzante e altra spesa lasciata incustodita. In sostanza, le ha confessato su Tinder di aver commesso un crimine.

La protagonista di questa vicenda, poi, ha chattato in seguito con un altro ragazzo suggerito da Tinder e in questo caso i toni sono stati diversi. Il nuovo e potenziale partner era piuttosto agitato e nervoso dopo una disavventura al supermercato. Aveva appena fatto la spesa e lasciato per qualche secondo cibi e bevande nel carrello mentre si accingeva a pagare.

Nel giro di qualche istante, e soprattutto dopo aver strisciato il bancomat, il malcapitato si è accorto di non avere più nulla. Un ladro si era avvicinato e aveva portato via tutta la merce. Siete già riusciti a collegare i due episodi? Emily ha fatto due più due e ha concluso che il primo ragazzo con cui aveva parlato su Tinder altri non era che il ladro del supermercato.

Per dimostrare le sue doti da Sherlock Holmes e di aver risolto incredibilmente il crimine, la ragazza ha condiviso su Twitter entrambe le conversazioni. Il post è diventato virale sul social network e sembra proprio che il furfante sia stato individuato nel giro di pochi minuti. La giovane si è fatta intenerire dalla spesa che non c’era più e si è sentita in dovere di fare giustizia.

Leggi anche: Afferma che la fidanzata lo tradisce su Tinder vedendo il riflesso dell’app nelle pupille

Il legittimo proprietario ha ricevuto tutte le buste e soprattutto l’ambita acqua frizzante che aveva trovato dopo tanto tempo tra gli scaffali. Emily non ha risparmiato neanche un particolare del seguito della vicenda. Invece di far arrestare il malvivente, il derubato ha capito che il furto era avvenuto per necessità e lo ha invitato a condividere un po’ delle bevande che era riuscito a sgraffignare. Le foto e i video dei due che brindano sono stati resi pubblici su Twitter.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend