“Dal vangelo secondo round”, la GIF che ha fatto impazzire il web.

  • Share

 

Qualche giorno fa abbiamo postato una gif che è presto diventata leggendaria. Il segreto del successo? Una chiesa, un prete, e manate ovunque per esorcizzare i demoni interiori. Ma l’unico peccato, sarebbe non guardare i commenti che avete partorito.

[showad block=1]

Senza dubbio una gif che si farà ricordare. Si narra che, dopo aver visto il fatto, Lucifero sia emerso dalle profondità degli inferi per complimentarsi di persona. Perché non capita tutti i giorni di veder volare sberle come se un domani non fosse mai stato contemplato dall’altissimo. Non riusciamo ancora a dare una spiegazione razionale al fatto accaduto, possiamo solo fare delle ipotesi. La droga sciolta nel vin santo? Le ostie allucinogene? Non lo sappiamo con certezza, ma difficilmente nella Bibbia troveremo un capitolo chiarificatore riguardo a questa insolita pratica.

Nel caso in cui fosse una sorta di esorcismo, sarebbe un’evoluzione non da poco per la lotta eterna contro il male. Male nel senso fisico, perché la donna sarà probabilmente ricoverata in qualche struttura ospedaliera. Non abbiamo più notizie riguardo allo spirito demoniaco, che sembra essere fuggito in un’altra dimensione, terrorizzato. Il prete, purtroppo, è stato sospeso dall’incarico, ma si dice abbia fatto strada nel mondo dell’MMA, tra i pugni e le bestemmie.

L’unica certezza che abbiamo, è che questa volta il miracolo c’è stato per davvero. I commenti sono stati tantissimi e la qualità decisamente elevata. Abbiamo raccolto i migliori per voi, per rendere indimenticabile questa lotta contro il male. Eccoveli serviti senza il minimo raziocinio:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, CHE ALTRIMENTI AL PRETE TORNA LA VOGLIA DI MENARE LE MANI): Lucia “mozzarellona” Javorcekova, le origini del mito.

BONUS:

La preghiera che deve aver recitato il prete prima di cominciare la funzione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, CHE ALTRIMENTI AL PRETE TORNA LA VOGLIA DI MENARE LE MANI): Lucia “mozzarellona” Javorcekova, le origini del mito.

Comments

comments

Articoli correlati