La Dalia Nera: l’omicidio tutt’ora insoluto più famoso d’America

  • Share

Che siate estimatori della musica metal o esperti cinefili, il nome Black Dahlia sicuramente non vi giungerà nuovo.

Che abbiate seguito tutti i concerti della band death metal Black Dahlia Murders o abbiate visto la pellicola di De Palma, ma anche solo la prima stagione di American Horror Story: Murder House, la triste storia della Dalia Nera vi avrà appassionato come poche.

Le aspirazioni di fama e celebrità furono la spinta verso un destino macabro e mortale della ventiduenne Elizabeth Short, originaria di Medford, nel Massachusetts, che verso la fine degli anni Quaranta si diresse nella scintillante Los Angeles.

Il 15 gennaio 1947 fu trovata morta in un terreno abbandonato nel quartiere di Leimert Park di L.A. Ma le spoglie della bella Miss Short rivelarono che la ragazza non era appena stata uccisa, bensì aveva subito terribili torture e mutilazioni. Ma chi mai avrebbe potuto fare un lavoro tanto efferato su una povera ragazza bellissima che sognava solo di diventare una stella nel firmamento hollywoodiano?

Elizabeth Short: la Dalia Nera

Un mistero durato settant’anni che pare ora aver trovato una risposta.

Comments

comments

Articoli correlati