Viene dichiarato morto, si “risveglia” in obitorio urlando

Commenti Memorabili CM

Viene dichiarato morto, si “risveglia” in obitorio urlando

| 25/11/2021
Fonte: Facebook

I medici lo avevano dichiarato morto ma, al momento della preparazione per le esequie, l’uomo si è risvegliato

  • L’episodio è avvenuto in Kenya, in Africa Orientale
  • L’uomo si trovava già in obitorio in quanto dichiarato morto
  • I medici avevano definito la morte del signor Kigen circa quattro ore prima
  • Al momento del drenaggio del sangue, però, l’uomo si è sorprendentemente “risvegliato”
  • Iniziando ad urlare e a piangere dal dolore e per lo spavento di essersi ritrovato in quel posto

 

Di certo c’è solo la morte“. Recitava così un vecchio proverbio. Non la penserà più in questo modo Kigen, un uomo residente in Kenya che, dichiarato morto, si è risvegliato in un obitorio in preda al panico.

Lo strano episodio ha fatto in breve tempo il giro del mondo. Stando a quanto ricostruito, i medici hanno erroneamente decretato il decesso del paziente dopo una serie di complicazioni dovute ad un problema di salute.

Malato, viene dichiarato morto e si risveglia in obitorio durante il processo d’imbalsamazione

Poco dopo l’arrivo in ospedale, però, alla famiglia è giunta la terribile notizia della dipartita dell’uomo. Da qui l’ordinaria decisione di trasferire il corpo in obitorio per procedere alla preparazione delle esequie.

Proprio mentre il personale addetto stava iniziando a drenare il sangue dell’ormai defunto paziente, l’uomo si è sorprendentemente risvegliato urlando a causa dei forti dolori ed in preda allo spavento.

Inizialmente non sapevo nemmeno dove fossi quando ho ripreso conoscenza, ma ringrazio Dio per avermi risparmiato la vita. Lo servirò per il resto della mia vita” ha raccontato Kigen.

Una storia, questa, che appare però controversa fin dal principio. Se da un lato la famiglia dell’uomo accusa la negligenza dei medici, rei di non essersi accertati delle condizioni cliniche del loro paziente, dall’altro è lo stesso personale sanitario ad incolpare i familiari di aver mandato Kigen direttamente in obitorio.

Stando a quanto dichiarato dal dottor Cheruiyot (uno dei medici assegnati al ricoverato), la famiglia ha subito fatto trasferire il “morto” per procedere all’imbalsamazione senza attendere il certificato che attestasse il suo decesso.

Leggi anche: Lo svegliano e picchia tutti: ventunenne addormentato in metro non la prende bene [+COMMENTI]

Seppur traumatizzato, dopo la brutta disavventura Kigen è stato nuovamente trasferito in reparto per ulteriori cure ed accertamenti.

 

 

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend