De Niro fa causa alla sua assistente che guardava serie TV al lavoro

Commenti Memorabili CM

De Niro fa causa alla sua assistente che guardava serie TV al lavoro

| 10/09/2019
De Niro fa causa alla sua assistente che guardava serie TV al lavoro

Proprio come è sempre stato, solo che ora accade per 5, 6 o 10 stagioni. Secondo alcuni studi la fine di una serie TV, in alcuni soggetti, può scatenare episodi di depressione. Ma cosa ha a che vedere tutto questo con il popolare attore Robert de Niro? Chase Robinson, fino a qualche tempo fa, ha ricoperto il ruolo di vicepresidente della produzione nella società di produzione cinematografica di Robert De Niro ed è stata citata in giudizio dal suo ex datore di lavoro per 6 milioni di dollari.

E’ accusata di appropriazione indebita di denaro e di perdere tempo durante le ore d’ufficio guardando programmi televisivi. Le accuse verso l’ex dipendente sono diverse e pare che la donna non si stata molto corretta verso la società. Infatti la Robinson ha abusato di conti di spesa per pagare fatture di ristoranti e hotel e ha utilizzato molti frequent flyer di De Niro per viaggi personali non inerenti il lavoro.

E non ultima l’accusa da parte della società di aver passato, e quindi sprecato, una grande quantità di tempo guardando Netflix durante le ore di lavoro. In soli 4 giorni, a gennaio, la donna avrebbe guardato ben 55 puntate della serie cult “Friends” e in altri 4 giorni avrebbe visto 20 episodi di “Ti presento i miei” e 10 di “Schitt’s Creek”. Una bella scorpacciata.

La causa afferma:Guardare spettacoli su Netflix non era in alcun modo parte o correlato ai doveri e alle responsabilità dell’impiego di Robinson e, per informazione e credenza, veniva fatto per il suo intrattenimento personale, divertimento e piacere nei momenti in cui veniva pagata per lavorare.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend