La diminuzione delle dimensioni del membro è tra i sintomi del long Covid

Commenti Memorabili CM

La diminuzione delle dimensioni del membro è tra i sintomi del long Covid

| 20/07/2021
Fonte: Facebook

Ecco perché potreste assistere ad una diminuzione delle dimensioni del membro

  • Un nuovo studio ha portato alla luce una verità nascosta
  • Si sapeva che ci sono tantissimi sintomi celati dietro al long Covid
  • Uno di essi riguarda i maschietti, o meglio una parte di loro
  • Si può infatti assistere ad una diminuzione delle dimensioni del membro
  • È quanto ha appurato un ricerca pubblicata sulla rivista EClinicalMedicine

 

Come ben abbiamo imparato a conoscere, se si contrae il Coronavirus i problemi potrebbero non limitarsi al periodo di infezione, ma protrarsi decisamente per più tempo. Parliamo in questo caso di “long Covid” che però non riguarda solo i sintomi più classici dovuti al virus. Secondo un recente studio, infatti, tra i tanti “inconvenienti” in agguato ci sarebbe anche l’incubo di ogni uomo: la diminuzione delle dimensioni del membro.

La lista degli effetti collaterali di questa subdola malattia è molto lunga e ne comprende oltre duecento, ma questo – forse – è quello che più può spaventare i maschietti tanto fieri del loro “amico”. Per arrivare a queste conclusioni la ricerca pubblicata sulla rivista EClinicalMedicine ha chiamato in causa oltre 3.700 persone provenienti da cinquantasei paesi.

Tra i tanti c’è anche la diminuzione delle dimensioni del membro

I sintomi più noti tra quelli evidenziati includevano stanchezza, senso di annebbiamento, malesseri mai provati dopo aver fatto attività fisica, ma anche alcuni meno noti. Sono tremori, prurito alla pelle, visione offuscata e, appunto, la diminuzione delle dimensioni del membro. Il tutto accompagnato anche da qualche “piccolo” problemino di disfunzioni proprio sul più bello.

Commentando lo studio, la dottoressa Athena Akrami, neuro scienziata presso il Saintsbury Wellcome Centre dell’UCL ed autrice della ricerca, ha spiegato: “Un sacco di cliniche di riabilitazione post-Covid nel Regno Unito si sono concentrate solo sull’aspetto respiratorio. È vero che molte persone hanno il fiato corto a seguito del Coronavirus, ma hanno anche molti altri effetti collaterali. Tutti sintomi a cui dobbiamo fornire un approccio più olistico”.

Leggi anche: Pregliasco: “Chi si fa le canne può vaccinarsi contro il Covid” [+COMMENTI]

Tantissimi ne soffrono senza saperlo

Secondo i ricercatori un programma di screening a livello mondiale potrebbe aiutare i medici a capire come aiutare i pazienti affetti da long Covid. Per questo hanno chiesto l’introduzione di nuove linee guida per valutare e diagnosticare chi si sospetta ne sia affetto. “Ci sono decine di migliaia di persone che ne soffrono in silenzio, senza sapere che si tratta di conseguenze del virus”.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend