Dino Impagliazzo, “lo chef dei poveri” che sfama i senzatetto della Capitale

Commenti Memorabili CM

Dino Impagliazzo, “lo chef dei poveri” che sfama i senzatetto della Capitale

| 15/02/2020
Dino Impagliazzo, “lo chef dei poveri” che sfama i senzatetto della Capitale

Alla veneranda età di 90 anni, Dino Impagliazzo è conosciuto come “lo chef dei poveri”: da più di 10 anni sfama quotidianamente oltre 300 senzatetto a Roma.

  • Dino Impagliazzo è un ex dirigente INPS in pensione che da oltre 1o anni ha deciso di impegnarsi nel volontariato
  • Ha fondato RomAmor, un’associazione che sfama quotidianamente oltre 300 senzatetto a Roma
  • Per questo, è diventato famoso nella Capitale come “lo chef dei poveri

 

Tre giorni alla settimana, il novantenne Dino Impagliazzo e altri volontari dell’associazione RomAmoR da lui fondata fanno il giro dei mercati alimentari e dei panifici per raccogliere i contributi dei commercianti per sfamare i senzatetto. Tutto è iniziato 15 anni fa, quando un senzatetto alla stazione ferroviaria di Roma si avvicinò a Impagliazzo chiedendogli dei soldi per comprare un panino. “Mi sono reso conto che forse invece di comprare un panino, fare dei panini per lui e per gli amici che si trovavano lì sarebbe stato meglio. Così è iniziata la nostra avventura”, ha detto.

Ad oggi, i volontari del RomAmoR cucinano il cibo nei restanti quattro giorni della settimana e lo servono in vari luoghi della città, per lo più vicino alle stazioni ferroviarie. “La nostra attività consiste principalmente nel confezionamento e distribuzione di pasti caldi completi che avviene all’aperto nei piazzali, o sotto le tettoie, delle stazioni ferroviarie. Attualmente il servizio si effettua senza interruzioni tutti i mesi dell’anno: il sabato e la domenica alla Stazione Tuscolana; il lunedì e il martedì alla Stazione Ostiense; il sabato a piazza San Pietro. Vengono anche distribuiti (in base a quanto si riceve in dono) vestiario, calzature e materiale per l’igiene personale”, si legge nel sito ufficiale dell’associazione.

Dino Impagliazzo, lo chef 90enne che sfama i senzatetto di Roma

Fonte: YouTube

La crescita di RomAmor e l’onorificenza rilasciata dal Quirinale

Dino Impagliazzo, ex dirigente INPS in pensione, ha lanciato la sua missione di sfamare i bisognosi con una manciata di compagni pensionati. In breve tempo, sono passati dalla preparazione di panini alla cottura di pasti caldi, prima a casa e poi in un convento. Ad oggi, il gruppo conta oltre 300 volontari, giovani e meno giovani, e utilizza una propria cucina completamente attrezzata.

Di recente, Impagliazzo ha anche ricevuto un’onorificenza dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che lo ha riconosciuto come “eroe del nostro tempo“. Non avrebbe mai immaginato che la sua iniziativa avrebbe avuto tanto successo, o che avrebbe generato tanta buona volontà. “Cerchiamo di coinvolgere sempre più persone affinché Roma diventi una città dove la gente possa amarsi. È solidarietà, ha commentato Impagliazzo a Reuters, mentre era intento a cucinare una zuppa. In un recente sabato sera vicino al Vaticano, si sono presentati quattro volontari in più. “Sono contento perché non diciamo mai a nessuno ‘non abbiamo bisogno di te stasera’. Rimangono con noi, ha commentato.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend