Dito smarrito in ospedale: l’assurdo caso a Moncalieri [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Dito smarrito in ospedale: l’assurdo caso a Moncalieri [+COMMENTI]

| 20/10/2021

Un dito smarrito in ospedale di cui non si ha più traccia

  • Un uomo si è presentato all’ospedale di Moncalieri
  • Si era tagliato parte di una falange al lavoro
  • L’operaio aveva con sé il frammento di anulare amputato
  • Tuttavia, svegliatosi dall’operazione, ha scoperto che i medici non glielo avevano riattaccato
  • Il dito si era infatti misteriosamente smarrito

 

Ha dell’incredibile quanto accaduto ad un operaio di cinquantasette anni che il 15 novembre del 2020 si è ferito in un incidente sul lavoro in una fabbrica a Ceresole d’Alba, in provincia di Cuneo. L’uomo si era recato d’urgenza presso il presidio sanitario di Moncalieri con la parte dell’anulare che si era tranciato avvolta in una garza. L’ospedale ha però inaspettatamente smarrito il suo dito che non è stato mai più ritrovato.

I medici lo hanno infatti medicato sul posto, bendandogli la mano. Poi, il 24 novembre, lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico al Cto di Torino. Al termine dello stesso, ecco l’amara sorpresa: i dottori non gli avevano riattaccato la falange. L’uomo ha dunque deciso di denunciare l’ospedale accusandolo di aver smarrito il suo dito. Il caso è finito al vaglio della procura di Torino che ha aperto un’indagine. Un’infermiera di turno il giorno del misfatto, interrogata dagli inquirenti, ha ammesso di aver visto l’anulare ma di averlo trovato ormai necrotico e quindi inservibile.

Il caso è archiviato, ma la falange persa al presidio sanitario non si sa dove sia finita

Il legale dell’operaio ha tuttavia contestato in diversi punti la ricostruzione dei fatti data dal personale sanitario, in particolare questo episodio. L’avvocato Sabrina Di Guardo ha infatti obiettato che dal momento dell’incidente era passata poco più di mezz’ora e che il paziente ha origini indiane. La sua carnagione è quindi parecchio scura e, secondo la donna, “Non c’è da stupirsi che quel pezzo di anulare sembrasse nero”.

Leggi anche: Donna mangia un panino e morde un dito umano in putrefazione [ATTENZIONE IMMAGINI FORTI]

Ora il giudice Lucia Minutella ha archiviato il caso e le accuse di lesioni colpose in ambito sanitario. Questo nonostante la vittima del sinistro abbia riferito di aver visto un’infermiera infilare il frammento della falange in una busta piena di ghiaccio. Ma del dito smarrito in ospedale, ad oggi, non si ha ancora traccia. Stessa cosa si può dire della documentazione relativa alla conservazione dell’anulare. L’inchiesta dunque è chiusa, ma il mistero resta ancora aperto.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend