Domanda difficile: “Tornando indietro nel tempo incontri te stesso a 18 anni, cosa gli dici?”

Commenti Memorabili CM

Domanda difficile: “Tornando indietro nel tempo incontri te stesso a 18 anni, cosa gli dici?”

| 03/06/2020
Domanda difficile: “Tornando indietro nel tempo incontri te stesso a 18 anni, cosa gli dici?”

“Tornando indietro nel tempo incontri te stesso a 18 anni, cosa gli dici?”: questa domanda ha scatenato una serie di risposte memorabili.

  • In queste ore sta circolando sui social un’immagine contenente una domanda divertente che invita a riflettere
  • “Tornando indietro nel tempo incontri te stesso a 18 anni, cosa gli dici?
  • Gli utenti hanno scatenato la loro memorabilità con una serie di commenti ironici
  • Qualcuno ha fatto accenno all’attuale pandemia di Coronavirus
  • Altri hanno saggiamente risposto con unniente

 

In questi giorni sui social sta circolando un’immagine con una domanda che invita a fare una riflessione interessante, seppur semplicemente astratta: “Tornando indietro nel tempo incontri te stesso a 18 anni, cosa gli dici?”. Il web ha scatenato la fantasia offrendo risposte esilaranti e molto sagge. Ad esempio, in molti vorrebbero mettere in guardia il sé stesso del passato circa la recente pandemia di Coronavirus, magari cercando di far soldi in mezzo alla più grande crisi economica e sanitaria dell’ultimo secolo.

Altri, invece, sono stati più pragmatici, pensando alle scorte in vista del lockdown appena passato.

Alcuni, più scaramantici, sono convinti che tutte le sfortune del 2020 siano dovute ad un solo singolo gesto.

Si può avere 18 anni solo una volta nella vita (per fortuna!)

Tuttavia, alcune persone hanno espresso l’essenza della saggezza rispondendo alla domanda con un semplice “niente”. Il motivo è semplice: meglio non alterare il passato collezionando altre “perle” di gioventù.

In fondo bisogna ammetterlo: avere 18 anni serve solo a collezionare le figuracce che ricorderemo marchiate a fuoco nella nostra memoria per il resto della nostra vita. A quell’età si diventa ufficialmente maggiorenni, si comincia a guidare una vera auto, ci si sente “adulti”. Si fanno le prime esperienze, i primi sbagli, ignorando ingenuamente tutte le varie implicazioni della vera età adulta, che arriverà prima di quanto si pensi.

Leggi anche: “Ho preso il muro fratellì”: 1727 con patente ritirata e auto sequestrata

Perciò, perché tornare indietro nel tempo e distruggere quella flebile gioia che brilla ancora negli occhi di noi stessi all’età di 18 anni? Meglio tacere, e lasciar illudere il sé stesso del passato che andrà tutto secondo i suoi piani…

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend