Evade dai domiciliari e fa l’autostop: si ferma la macchina dei carabinieri

Commenti Memorabili CM

Evade dai domiciliari e fa l’autostop: si ferma la macchina dei carabinieri

| 11/08/2020
Evade dai domiciliari e fa l’autostop: si ferma la macchina dei carabinieri

Si trova agli arresti domiciliari ma vuole uscire a divertirsi: fa l’autostop e si ferma la macchina dei carabinieri

  • Un pregiudicato della provincia di Rimini, sebbene confinato in casa, ha deciso di andarsene in giro per locali
  • Sprovvisto di macchina, ha pensato bene di fare l’autostop
  • A fermarsi, però, è stata una volante delle forze dell’ordine
  • Gli agenti hanno riconosciuto il 45enne e lo hanno portato in caserma
  • In attesa del processo, il giudice ha nuovamente disposto per l’uomo gli arresti domiciliari

 

Condannato per rapina, dopo aver trascorso un periodo in carcere, si trovava agli arresti domiciliari per scontare il resto della pena. Il 45enne di Verucchio, in provincia di Rimini, tuttavia, non si sentiva molto portato per la vita da pantofolaio. Così, ha evaso i domiciliari e ha fatto l’autostop: a fermarsi, però, è stata una macchina dei carabinieri.

Un epilogo decisamente sfortunato per il povero pregiudicato. Provato dalle rigide limitazioni alla sua libertà, infatti, l’uomo voleva semplicemente trascorrere una serata all’insegna di spensieratezza e divertimento a Rimini. Invece, l’ironia della sorte ci ha messo il suo zampino, con un beffardo colpo di coda.

Gli hanno dato un passaggio in caserma

L’uomo, ben noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso dagli agenti della stazione di Villa Verucchio. Il 45enne era intento a fare l’autostop, così i carabinieri hanno si sono offerti generosamente di dargli un passaggio. Meta imprevista dell’entusiasmante viaggio on the road? La caserma.

Leggi anche: Carpi, ballerina ubriaca prova a corrompere i carabinieri: denunciata [+COMMENTI]

Così, si è tenuta una nuova udienza per la convalida d’arresto dell’uomo. Il pregiudicato, comunque, non si è detto troppo scosso dalla faccenda. In attesa del processo, infatti, il giudice ha disposto di nuovo gli arresti domiciliari. Chissà che, la prossima volta, anziché fare l’autostop l’uomo non decida di prendere l’autobus.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend