Scoperti i super donatori di feci che potrebbero far guarire da moltissime malattie

Commenti Memorabili CM

Scoperti i super donatori di feci che potrebbero far guarire da moltissime malattie

| 28/02/2020
Scoperti i super donatori di feci che potrebbero far guarire da moltissime malattie

Le feci che non ti saresti mai aspettato

  • I ricercatori di una università neozelandese hanno approfondito le feci di alcune persone e soprattutto la presenza di batteri speciali
  • Si era sempre “sospettato” che pazienti del genere esistessero e ora si potrebbe migliorare il trattamento di determinate patologie
  • Le conclusioni dello studio sono impressionanti e interessanti, anche se servirà del tempo per avere un numero maggiore di certezze

L’uomo è veramente solo soltanto con i suoi escrementi ripeteva lo scrittore Elias Canetti, ma ci sono uomini e uomini. In particolare, non molto tempo fa sono state scoperte scientificamente delle persone che sono in grado di produrre feci utilissime. Perché mai dovrebbero esserlo visto che sono dei bisogni maleodoranti e di cui ci si vergogna tantissimo? Lo studio è stato condotto dagli esperti dell’Università di Auckland, in Nuova Zelanda, per poi essere pubblicato in una rivista specializzata in microbiologia infettiva.

Non sono tantissimi gli abitanti di questo pianeta capaci di defecare qualcosa in grado di curare alcune patologie. Può anche far sorridere questa cosa, ma si è deciso di ribattezzare il tutto come “super-feci”. Diabete di tipo 2 e le malattie croniche dell’intestino: sono queste le patologie che le feci speciali possono trattare meglio di qualsiasi altro farmaco. Soprattutto uno dei donatori presi in esame dai ricercatori ha fatto strabuzzare gli occhi. Nei suoi escrementi erano presenti batteri fondamentali per la cura delle malattie in questione. I risultati sono a dir poco impressionanti.

La terapia da affinare e sperimentare

Le feci di cui si sta parlando sono riuscite a ridurre i sintomi e ad azzerarli con una percentuale doppia rispetto a chi non è un “donatore”. L’esistenza di persone del genere era “sospettata” da tempo, anche se non era mai stata condotta una ricerca ad hoc. Ma come devono essere sfruttati gli escrementi? Bisogna affidarsi alla cosiddetta batterioterapia fecale, vale a dire un trapianto di feci che è comunque una pratica medica ancora in fase sperimentale. I rischi non mancano, anche se l’esistenza dei super-donatori dovrebbe indurre a un maggiore ottimismo per il futuro.

Non sono comunque tutte rose e fiori. Le feci straordinarie sono utili e preziose, peccato che non possano essere utilizzate per ogni caso in maniera indistinta. L’impressione è che serva ancora del tempo prima di arrivare a conclusioni scientifiche valide, per il momento si può anche sperare di diventare donatori. Ogni volta che si va in bagno, quindi, non dovrà essere più sottovalutato il risultato dei nostri pranzi e cene.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend