Ecco i primi embrioni sviluppati in laboratorio: come si nascerà nel futuro?

Commenti Memorabili CM

Ecco i primi embrioni sviluppati in laboratorio: come si nascerà nel futuro?

| 07/08/2022

Ecco i primi embrioni creati in laboratorio: i bambini nati senza seme potrebbero diventare realtà

  • Gli scienziati hanno sviluppato i primi embrioni da laboratorio
  • Lo hanno fatto senza l’impiego del seme maschile o di un ovulo
  • Hanno utilizzato le cellule staminali dei topi per l’esperimento
  • Lo scopo non è di mettere al mondo bambini all’esterno dell’utero
  • L’obiettivo degli scienziati è riuscire un giorno a produrre organi sostitutivi per gli esseri umani

 

Raggiunto un nuovo traguardo per il mondo scientifico in merito alla creazione della vita umana. Per la prima volta nella storia, gli studiosi sono riusciti a ricreare e far sviluppare un embrione sintetico senza l’impiego del seme maschile e di un ovulo. Tuttavia, gli esperti non hanno lavorato alla scoperta rivoluzionaria con lo scopo di mettere al mondo bambini all’esterno dell’utero. L’obiettivo, invece, è quello di riuscire un giorno a produrre organi sostitutivi per gli esseri umani.

Gli scienziati hanno generato falsi embrioni senza uova fecondate, utilizzando le cellule staminali dei topi. Dopo poco più di una settimana, queste strutture embrionali si sono auto-assemblate, andando a formare un cuore che batte ancora in maniera “rudimentale”. Si è iniziata a sviluppare anche la circolazione sanguigna, le prime parti del cervello ed alcuni tratti intestinali. Gli embrioni sono stati coltivati in un utero artificiale ma hanno smesso di svilupparsi dopo otto giorni.

L’obiettivo degli scienziati è riuscire un giorno a produrre organi sostitutivi per gli esseri umani

“L’embrione è la migliore macchina per la produzione di organi e la migliore biostampante 3D”, ha detto il leader del progetto, il professor Jacob Hanna, del Weizmann Institute in Israele. “Abbiamo cercato di emulare ciò che fanno solitamente in natura. Gli embrioni sintetici non erano esattamente gli stessi di quelli di un topo, ma gli organi sembravano proprio essere funzionali”. Attualmente, gli scienziati ritengono che la scoperta li aiuterà a capire meglio come si formano organi e tessuti corporei nelle prime fasi della vita.

Leggi anche: Scoperto in un uovo fossilizzato un embrione di dinosauro perfettamente conservato

“La nostra prossima sfida è capire come le cellule staminali si auto-assemblano, formano gli organi e si posizionano all’interno di un embrione”, ha continuato. “E poiché il nostro sistema, a differenza di un utero, è trasparente, può rivelarsi utile per modellare i difetti di nascita degli embrioni umani”. La scoperta potrebbe portare anche ad effettuare meno test sperimentali sugli animali.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend