Ercolano, scoperti neuroni integri nel cervello di una vittima dell’ eurzione del 79 d.C.

Commenti Memorabili CM

Ercolano, scoperti neuroni integri nel cervello di una vittima dell’ eurzione del 79 d.C.

| 06/10/2020

Ercolano, vittima dell’eruzione con neuroni ancora integri

  • Pompei ed Ercolano non smettono mai di stupirci in quanto a scoperte, che siano di natura scientifica, storica o archeologica
  • L’ultima scoperta viene proprio da uno studio condotto su una vittima dell’eruzione che colpì le due città
  • Un team multidisciplinare di studiosi italiani ha ispezionato il cervello della vittima
  • Con grande sorpresa, gli studiosi hanno trovato nel cervello dei neuroni perfettamente conservati
  • I neuroni si sono conservati grazie alla vetrificazione del tessuto nervoso dovuta al raffreddamento della cenere dopo l’eruzione

 

Pompei ed Ercolano non smettono mai stupirci in quanto a scoperte, che siano di natura scientifica o di natura storica ed archeologica. Sono ormai passati 2000 anni dall’eruzione del Vesuvio che le distrusse e che segnò il loro destino collocandole nella storia.

L’ultima scoperta viene proprio da Ercolano, dove un team multidisciplinare di studiosi italiani ha ispezionato il cervello di una vittima dell’eruzione. Durante la ricerca, gli studiosi hanno trovato nel cervello dei neuroni perfettamente conservati grazie alla vetrificazione del tessuto nervoso causata dal raffreddamento della cenere dopo l’eruzione. 

Le parole del coordinatore

“Ciò che è estremamente raro è la preservazione integrale di strutture neuronali di un sistema nervoso centrale di 2000 anni fa, nel nostro caso a una risoluzione senza precedenti”, spiega Pier Paolo Petrone, il coordinatore del team di studiosi. Sono le tecniche di microscopia elettronica di ultima generazione del Dipartimento di Scienze dell’Università di Roma Tre ad aver reso possibile tutto ciò.

Leggi anche: Egitto: scoperti 27 sarcofagi intatti risalenti a 2.500 anni fa

La scoperta aiuterà gli esperti ad aprire nuovi studi sulla famosa eruzione: potrebbero essere rivelate altre informazioni importanti che riguardano il rischio vulcanico relativo all’area vesuviana.

 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend