Clamoroso errore arbitrale durante la Coppa d’Africa: l’arbitro fischia la fine della partita con 5 minuti di anticipo

Commenti Memorabili CM

Clamoroso errore arbitrale durante la Coppa d’Africa: l’arbitro fischia la fine della partita con 5 minuti di anticipo

| 18/01/2022
Fonte: Pixabay

Può sembrare una barzelletta, eppure è successo davvero: una distrazione dell’arbitro è costata molto cara alla squadra tunisina

  • A Libe la Tunisia vince 1-0 contro il Mali, ma la partita è durata meno del previsto
  • L’arbitro fischia la fine del match con 5 minuti di anticipo
  • Dopo attimi di incertezza il match ricomincia, ma viene fermato dopo solo 4 minuti senza alcun recupero supplementare
  • Inutili le sfuriate dei giocatori e dell’allenatore del Mali, il match termina ufficialmente
  • Il clamoroso errore arbitrale diventa virale e la Federazione chiede la ripetizione della gara

 

Siamo a Libe, dove martedì si è svolta la prima partita del girone F della Coppa d’Africa: Tunisia-Mali. Tutto sembrava procedere normalmente, con il Mali in vantaggio grazie al goal su rigore di Ibrahima Kone. A scegliere le sorti della partita, però, non sono stati gli undici giocatori della squadra africana bensì il direttore di gara: Janny Sikazwe. Quando la Tunisia sembrava aver recuperato le forze ed era pronta per la controffensiva, succede l’inaspettato. Tre fischi indicano la fine del match, il Mali vince per 1-0.

Qualcosa però non torna dato che il tabellone indica ancora cinque minuti di gioco, eppure l’arbitro sembra essere irremovibile. Tuttavia, dopo aver consultato i suoi collaboratori decide di prolungare la partita per altri quattro minuti scarsi per poi fischiare nuovamente la fine al minuto 89 senza concedere alcun tempo di recupero. Una regia a dir poco confusionaria che non è di certo passata inosservata, visto che nessuna partita nella storia del calcio era finita in anticipo senza validi motivi.

La partita finisce lasciando sbalorditi i giocatori delle due squadre 

La squadra tunisina non ha ovviamente reagito bene, dato che quei minuti potevano essere preziosi per la loro partita in salita. L’allenatore Mondlher Kebaier ha rischiato di essere ammonito dopo aver agitato nervosamente il proprio orologio davanti agli occhi del direttore di gara, senza però ottenere grandi risultati. La sicurezza presente nello stadio ha successivamente scortato l’arbitro Sikazwe negli spogliatoi per evitare spiacevoli risse in campo con i giocatori e lo staff della squadra sconfitta. Anche il pubblico da casa è rimasto a bocca aperta dopo la strana decisione del direttore di gara e non hanno aspettato molto a postare le loro reazioni sui social network.

Una possibile spiegazione per il clamoroso errore arbitrale è la disattenzione nell’aver lasciato scorrere il cronometro durante il cosiddetto “cooling break”, una breve interruzione della partita per consentire ai giocatori di rinfrescarsi in caso di caldo eccessivo. Tuttavia, è difficile credere che in una competizione di alto livello un arbitro possa commettere un errore di disattenzione come questo, compromettendo l’intero match. E, se così fosse, dovrebbe per lo meno chiedere scusa ad entrambe le squadre.

Leggi anche: A 88 anni continua a scendere in campo come portiere per una squadra di calcio locale

Inutile dire che la Federazione del calcio africano chiederà la ripetizione della partita, visto che le due squadre non hanno potuto confrontarsi regolarmente per i canonici 90 minuti più eventuale recupero. Questa volta però, si spera che l’arbitro presti attenzione ad un piccolo dettaglio: i minuti di gara.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend