Sondaggio rivela l’età in cui si diventa ufficialmente “vecchi”

Commenti Memorabili CM

Sondaggio rivela l’età in cui si diventa ufficialmente “vecchi”

| 19/05/2020
Sondaggio rivela l’età in cui si diventa ufficialmente “vecchi”

Un recente sondaggio ha messo in luce l’età media in cui le persone considerano un individuo ufficialmente “anziano”: 57 anni.

  • Un sondaggio basato su 2.000 persone ha scoperto l’età in cui si viene considerati ufficialmente anziani
  • Secondo la ricerca si diventa “vecchi” a 57 anni
  • Tra le principali motivazioni per la scelta di questa fascia di età c’è il declino della salute
  • Gli intervistati si sono dimostrati piuttosto consapevoli quando si dovrebbero sottoporre a visite e test per prevenire diversi problemi di salute, ma hanno ammesso di non effettuarli
  • Alcuni hanno anche ammesso di non risparmiare alcuna parte della pensione perché non riescono ad accettare il fatto di essere anziani

 

L’età è solo un numero, giusto? Beh, secondo un nuovo sondaggio basato su 2.000 persone, una volta raggiunta una certa età non importa come ci si sente dentro, si è ufficialmente “vecchi”. Può sembrare un po’ presto per alcuni, ma un individuo è ufficialmente anziano una volta compiuti i 57 anni.

Commissionato da LetsGetChecked e condotto da OnePoll, il sondaggio ha chiesto a circa duemila cittadini statunitensi una serie di argomenti legati all’età, tra cui le loro principali preoccupazioni sull’invecchiamento. Non sorprende che il declino della salute (39%) sia stata la preoccupazione numero uno in relazione all’invecchiamento riportata dagli intervistati, seguita da rughe (36%), aumento di peso (36%), capelli grigi (35%) e perdita di capelli (34%).

Progetti per il futuro

Il 64% degli intervistati afferma di sentirsi a conoscenza di quando dovrebbe iniziare a sottoporsi a visite e test per prevenire diversi problemi di salute.  Tuttavia, anche se gli intervistati sapevano quando avrebbero dovuto sottoporsi alle visite di prevenzione, il 52% ha comunque ammesso di essere confuso riguardo ai test e agli esami che avrebbero dovuto effettuare. Lo stesso numero (52%) ha anche riferito di sentirsi troppo occupato per pensare a test sanitari preventivi. E più di un terzo (37%) ha dichiarato di non sottoporsi ai test così spesso come dovrebbero.

Leggi anche: L’odore della vecchiaia compare già dopo i 30 anni, lo conferma la scienza

Oltre alla salute, le preoccupazioni degli intervistati comprendevano il fatto di non essere in grado di prendersi cura di se stessi (34%), di essere considerati “vecchi” (33%) e di non avere una sicurezza finanziaria (33%) con l’età. Nonostante molti dicano di essere preoccupati per le loro finanze in età avanzata, il 45% ha ammesso di non risparmiare attivamente per la pensione. Il 55% che risparmia per il futuro, ha affermato di mettere da parte circa il 19% del suo reddito mensile. Ancora più affascinante, il 34% di coloro che non risparmiano per la vecchiaia ha ammesso di non essere in grado di concepire l’idea di essere anziani o di guardare così lontano nel futuro.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend