Le addebitano 9.50 euro sulla fattura perché ha pianto durante la rimozione di un neo

Commenti Memorabili CM

Le addebitano 9.50 euro sulla fattura perché ha pianto durante la rimozione di un neo

| 01/10/2021
Fonte: Pexels Fonte: Twitter

Una somma extra per il pianto: l’assurda vicenda di una donna

  • Una signora in America si è dovuta sottoporre ad un intervento per la rimozione di un neo
  • Comprensibilmente le è scappata qualche lacrima mentre era sotto i ferri
  • La sorpresa l’ha però avuta nel momento in cui le è arrivata la fattura
  • C’era una somma extra da pagare di 9.50 euro
  • Era un addebito in più per il fatto che aveva pianto

 

Una donna si è ritrovata a dover sostenere un intervento per la rimozione di un neo in ospedale negli Stati Uniti. Il dolore era tanto e quindi qualche lacrima le è comprensibilmente sfuggita, vuoi anche la preoccupazione e l’ansia di un momento così delicato. Peccato che poi, al momento della presentazione del conto, si sia ritrovata con un’amara sorpresa. Per assurdo oltre alle voci classiche c’era un extra da pagare di 9.50 euro per il pianto che aveva fatto mentre era sotto i ferri. Esattamente l’addebito è segnato in fattura con una descrizione molto generica ed assai comica, ovvero “breve emozione”.

Da quando Minge, come si fa chiamare la signora su Twitter, ha postato la foto della parcella sul popolare social network, l’immagine è diventata virale. È la stessa signora a scherzarci su, aggiungendo sarcasticamente: “Non ho nemmeno ricevuto un dannato adesivo”. Ovviamente una situazione del genere non poteva che scatenare una miriade di commenti da parte degli utenti stupiti da quanto accaduto.

Tantissimi i commenti delle persone all’extra per il pianto ricevuto in fattura

C’è chi proprio non ci credeva al fatto che potessero averle davvero addebitato una tariffa extra perché aveva pianto. Parliamo ad esempio di questa persona che ha scritto: “Non riesco a capire se questa è un’incredibile satira o un altro esempio di ridicoli trucchi di fatturazione medica”. La donna ha prontamente risposto che era assolutamente reale, aggiungendo poi una bandiera americana e lasciando intendere che tutto è possibile nella sanità a pagamento USA.

Leggi anche: Ristorante addebita un extra ai clienti che pongono una “domanda stupida”

Un altro invece ha affermato in modo molto polemico: “Stavano imbottendo la tua visita per fare più soldi. Si tratta di una manovra molto squallida. Ora metteranno questa spesa aggiuntiva ogni volta che ti chiederanno se ti sei sentito depresso oppure come stai mentalmente”. Qualcuno è stato ancora più critico: “La società è veramente arrivata al capolinea se si arriva a questo. Non capirò mai le tariffe americane”.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend