Fermato falso medico in un ospedale di Pescara: girava tra le corsie vendendo braccialetti

Commenti Memorabili CM

Fermato falso medico in un ospedale di Pescara: girava tra le corsie vendendo braccialetti

| 23/01/2021
Fermato falso medico in un ospedale di Pescara: girava tra le corsie vendendo braccialetti

Falso medico venditore di braccialetti in un ospedale di Pescara

  • La polizia ha scovato un falso medico a gironzolare in un ospedale di Pescara
  • L’uomo, residente in Sicilia, girava tra le corsie vendendo braccialetti
  • Dopo aver parlato con il primario, si conquistava la fiducia per agire indisturbato
  • Gli operatori sanitari insospettiti hanno chiamato la polizia
  • Le forze dell’ordine hanno sanzionato l’uomo per usurpazione del mestiere e spostamento illecito tra regioni

 

Un falso medico con al seguito braccialetti variegati è stato scoperto e sanzionato all’interno di un ospedale di Pescara. Certo che ci vuole fegato a fingersi professionisti sanitari. Soprattutto se si spera di riuscire a passare indisturbati di reparto in reparto, con merce da vendere al seguito. Un’impresa furbetta, apparentemente portata a termine per diversi mesi.

Ad un certo punto, però, gli operatori sanitari devono essersi insospettiti, ed hanno così pensato di allertare le forze dell’ordine. Le autorità sono quindi giunte presso l’ospedale di Pescara e vi hanno trovato un uomo di nazionalità pakistana, residente in Sicilia. L’uomo, spacciandosi per medico, sperava di riuscire a vendere braccialetti ed oggettistica variegata.

Si spaccia per medico, ma è un venditore ambulante

Un venditore ambulante, che dopo aver parlato con il primario del reparto riusciva a garantirsi la fiducia dei sanitari e a vendere così la sua merce. Da ulteriori indagini, la polizia locale ha potuto appurare che il comportamento dell’uomo era recidivo: il falso medico-venditore ambulante aveva già agito nel medesimo modo all’interno di un ospedale di Arezzo. Alle forze dell’ordine non è rimasto che sanzionare l’uomo, e non per un’unica ragione.

Leggi anche: Si spaccia per medico in 16 ospedali diversi ma ha solo la quinta elementare

La più grave, ovviamente, quella di essersi spacciato per professionista sanitario senza averne alcuna qualifica, oltre alla vendita un po’ losca dei braccialetti all’interno delle corsie di un ospedale. Ma oltre a questo, l’uomo è stato sanzionato anche per il semplice fatto di trovarsi a Pescara: non aveva con sé alcuna comprovata esigenza, infatti, che potesse giustificare uno spostamento tra regioni.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend