Coppia lascia il lavoro per gestire una fattoria e curare delle galline in Francia

Commenti Memorabili CM

Coppia lascia il lavoro per gestire una fattoria e curare delle galline in Francia

| 01/05/2021
Coppia lascia il lavoro per gestire una fattoria e curare delle galline in Francia
Fonte: pixabay 

Da direttori di società ad allevatori di galline, coppia cambia vita e va a gestire una fattoria

  • Una coppia ha lasciato il lavoro per gestire una fattoria
  • Ha cambiato vita trasferendosi nella Francia rurale
  • I due lavoravano per una società di auto a noleggio
  • Non avevano alcun tipo di formazione agricola
  • Hanno imparato tutto leggendo dai libri e chiedendo alla gente
  • Hanno salvato 20 galline dalla macellazione
  • Oggi auto-producono qualsiasi cosa, eccetto il vino

 

Jenny Sebborn, 50 anni, e suo marito Pete, 64 anni, hanno deciso di abbandonare la loro vecchia vita per trasferirsi nella Francia rurale e gestire una fattoria, dove si stanno prendendo cura anche di 20 galline. Nonostante non avessero alcun tipo di formazione agricola hanno lasciato il loro vecchio lavoro e hanno ricominciato da zero. Jenny e Pete lavoravano entrambi in una società di veicoli a noleggio a Ipswich, Suffolk. Pete era direttore della compagnia mentre Jenny si occupava dell’area finanziaria. Dopo un po’, quella vita ha iniziato a stargli stretta, tanto da spingere la coppia a trasferirsi in un piccolo terreno di cinque acri a Pamplie, nell’entroterra di La Rochelle.

“Abbiamo imparato tutto da zero studiando dai libri e chiedendo alla gente, anche se non parlavamo francese, perché non avevamo internet i primi tempi, ma ora siamo totalmente autosufficienti”, ha raccontato Jenny. “L’unica cosa che dobbiamo comprare è il vino, perché è l’unico prodotto che non siamo troppo bravi a fare. Anche se lavoriamo dalle 7.30 alle 21.00 e mangiamo in modo sano, siamo un po’ ingrassati. È colpa del vino rosso”.

La coppia ha salvato 20 galline dalla macellazione

“Quando abbiamo lasciato l’Inghilterra pensavo che non avrei mai potuto mangiare un animale che conoscevo, figuriamoci ucciderne uno”.  Oltre a mangiare i loro animali, la coppia ha salvato molte creature della zona. “Le abbiamo comprate solo perché eravamo sconvolti dalle condizioni in cui erano tenute”, ha spiegato Jenny.  La coppia ha anche curato 20 galline che erano destinate a morire. “Abbiamo visto un annuncio qualche settimana fa per l’acquisto di alcune galline prima dello sgombero annuale di una fattoria, che le avrebbe condotte al macello.

Leggi anche: “Ladri rubano le galline per la pet-therapy in una piccola fattoria terapeutica”

“Avevamo intenzione di prendere solo le cinque che il tizio aveva messo in una cassa. Erano in uno stato orrendo e puzzavano terribilmente. Erano calve, si potevano vedere le ossa delle ali e avevano le creste pallide invece che rosse. Non sapevamo se sarebbero sopravvissute. Così abbiamo pensato di salvarne 20″. Jenny e Pete hanno sistemato gli animali in dei pollai con la paglia per farli stare al caldo. Sono trascorse tre settimane e sembra che le galline si stiano riprendendo.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend