La felicità si conquista dopo aver compiuto 82 anni, la scoperta di uno scienziato

Commenti Memorabili CM

La felicità si conquista dopo aver compiuto 82 anni, la scoperta di uno scienziato

| 29/03/2020
La felicità si conquista dopo aver compiuto 82 anni, la scoperta di uno scienziato

La felicità è solo per gli 82enni

  • Un neuroscienziato ha approfondito i progressi della sua materia e ha capito che la felicità autentica arriva a tarda età
  • L’uomo ha pubblicato lo studio rivoluzionario in un libro che sta facendo discutere e dividere l’opinione pubblica
  • Per arrivare a questa conclusione, ha sfatato una serie di luoghi comuni che riguardano la fascia più anziana della popolazione

Lo dice anche la matematica, l’82 è un numero felice. Non ci si deve stupire, dunque, se alcuni scienziati hanno certificato come la vera felicità nel corso della vita si possa raggiungere ad 82 anni, un percorso non certo semplice e che richiede pazienza. La scoperta è stata fatta dal neuroscienziato Daniel Levitin, il quale lo ha citato in un suo libro dedicato al progredire degli anni.

A suo dire, bisogna sfatare alcuni luoghi comuni. Anzitutto, non è vero che gli anziani sono costretti a sopportare la cancellazione della memoria o il suo deterioramento. Lo stesso discorso vale per la depressione che sarebbe una caratteristica tipica di chi ha superato un certo traguardo biologico. Levitin ha assicurato che il picco di felicità di ogni persona in 72 paesi diversi si raggiunge sempre nello stesso momento, per l’appunto quando si soffia su 82 candeline.

Uno studio che smentisce tante certezze

La neuroscienza ha fatto passaggi da gigante da questo punto di vista negli ultimi anni e quindi ci si può fidare di queste conclusioni. Di solito si tende a pensare che il periodo più spensierato in assoluto coincida con la giovinezza o poco oltre, invece lo studio ha smentito tutto. Lo scienziato ha aggiunto altri dettagli interessanti per chiarire meglio la sua teoria.

Secondo Levitin, l’invecchiamento è l’alternativa che si preferisce più di tutte le altre alla morte, inoltre nel corso del tempo si possono acquisire abilità nuove e migliorare da diversi punti di vista (Leggi anche Anziano cacciato da casa di riposo, aveva una prostituta sotto al letto) , fino all’ultimo dei giorni. In base a questo studio, gli 82 anni sono il momento giusto per sentirsi saggi ed esperti e affrontare al meglio qualsiasi difficoltà. Tra l’altro, il neuroscienziato si è basto sulle dichiarazioni di vecchietti arzilli, terribili e famosi, come Clint Eastwood. L’attore e regista ricorda di continuo di non voler mai permettere all’uomo anziano di subentrare nella sua vita, l’atteggiamento da seguire d’ora in poi.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend