La scienza della paura: perché siamo ossessionati dai film horror

Commenti Memorabili CM

La scienza della paura: perché siamo ossessionati dai film horror

| 12/09/2020
La scienza della paura: perché siamo ossessionati dai film horror

La scienza dietro i film horror

  • I film horror sono apprezzati da un pubblico molto vasto
  • Il motivo per cui questo genere piaccia così tanto va oltre la semplice adrenalina
  • Secondo alcuni studi scientifici, molti fan si immedesimano nei personaggi sullo schermo
  • Inoltre, l’esposizione volontaria a questo tipo di pellicole può apportare dei benefici psicofisici
  • Ad esempio, sembra che i film dell’orrore possano aiutare a gestire l’ansia

 

Ci sono molte ragioni per cui l’horror è un genere popolare tra i cineasti: i film di solito non costano molto, si rivolgono ad ampie fasce di pubblico e promettono grandi ritorni. Ma cosa piace ai fan dei film horror? E perché sono così numerosi?

Una spiegazione ruota attorno alle emozioni che i film dell’orrore suscitano nelle persone, le quali non si limitano al “puro terrore”. Quando i cinefili guardano questi film, si immedesimano nei personaggi sullo schermo. Anche se i film horror sembrano destinati solo a terrorizzare gli spettatori, il professor Mathias Clasen dell’Università di Aarhus, in Danimarca, ritiene che il più riuscito di questi film rappresenti le relazioni umane realistiche e la psicologia. “È qui che l’orrore conta. È qui che può insegnarci qualcosa di veramente prezioso”, ha commentato.

Alcune recenti ricerche hanno scoperto che l’esposizione volontaria a ciò che ci spaventa può controbilanciare lo stress della vita. Può anche essere un modo efficace per indebolire l’ansia e persino rafforzare la nostra capacità di resistenza. Ad ogni modo, tutti questi benefici sembrano concretizzarsi solo se siamo aperti all’esperienza. Per chi non lo è, i risultati potrebbero facilmente andare nella direzione opposta, traducendosi in un immediato aumento dell’ansia.

Spaventarsi “consapevolmente”

I film di paura possono favorire lo stress. Anche se questo pone molti problemi nella nostra vita, la ricerca ha dimostrato che gli attacchi gestibili di stress possono offrire alcuni benefici, come la generazione di una risposta che rafforza le difese contro le minacce più grandi. In pratica, la visione di un film horror potrebbe equivalere alla somministrazione di un “vaccino” contro lo stress. Infatti, un piccolo studio ha esaminato gli effetti sul sistema immunitario e ha trovato un collegamento significativo.

Quando guardiamo film horror, stiamo intenzionalmente innescando la nostra risposta di lotta o di fuga in un ambiente in cui controlliamo le variabili. Questa teoria è simile al pensiero che sta alla base della terapia di esposizione, a volte usata per trattare le fobie.

Leggi anche: Pokemon Black, il videogame maledetto e che continua a incutere tanta paura

Più sperimentiamo l’ansia che si scatena in modo controllato, più siamo in grado di gestirla. In fondo, è facile scaricare un po’ di adrenalina di fronte a un “pericolo” che consideriamo consapevolmente come “non reale“, un po’ meno quando siamo esposti a notizie del mondo reale, con titoli e interi servizi realizzati ad hoc per instillare angoscia nei lettori al puro scopo di generare click.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend